Onstage
10 album che non sarebbero usciti senza Dookie dei Green Day

10 album che non sarebbero usciti senza Dookie dei Green Day

Quando Dookie è arrivato nei negozi, l’1 febbraio del 1994, i Green Day erano già piuttosto famosi negli Stati Uniti, con all’attivo 50.000 copie del loro secondo album Kerplunk. Ciò che è accaduto dopo Dookie però ha dell’incredibile: quell’album non solo ha cambiato le vite di Billie Joe Armstrong, Tre Cool e Mike Dirnt, ma è stato in grado di modificare anche il volto della musica punk rock in generale.

I Green Day e il loro sound hanno dominato le classifiche e sono entrati nella cultura musicale, influenzando un’intera generazione. Nei testi dei tre californiani, il disagio generazionale non sfociava più nel nichilismo, ma in una maggiore ironia, tesa a sdrammatizzare. Esplosivo, pietra miliare per il punk rock ma trasversale come pochi altri lavori nella storia, Dookie è riuscito a lasciare il segno nei generi più disparati, tanto che anche cantanti e gruppi del mondo del pop lo hanno indicato come un album fondamentale per il loro percorso.

Inoltre, grazie al suo successo, anche molti artisti provenienti dalla stessa scena dei Green Day hanno capito che entrare in classifica con un brano punk era possibile. È proprio da quel momento che i vari Offspring, Sum 41 e Blink-182 hanno iniziato a sfornare singoli di grande successo commerciale. NME ha stilato un elenco di album che sono in debito con Dookie, eccone alcuni.

1. WAVVES – AFRAID OF HEIGHTS
Echi di stoner rock? Ci sono. Chitarre miagolanti? Anche. Stessa perfetta sensibilità pop? Potete scommetterci. L’album Afraid Of Heights dei Wavves, uscito nel 2013, è davvero una delle risposte più recenti a Dookie.

2. LADY GAGA – THE FAME
«Ricordo bene il momento in cui ho comprato Dookie: ho divorato ogni canzone e pagina del booklet! Voglio dire… è un cult» ha detto Gaga, aggiungendo che è stato anche il primo album che si è comprata. L’attitudine punk e provocatrice della Miss Germanotta degli inizi deve sicuramente qualcosa alla fatica discografica dei tre di Berkeley.

3. NO DOUBT – TRAGIC KINGDOM
Californiani come Billie Joe e soci, con il loro album del ‘95 Tragic Kingdom i No Doubt sono passati dalle stesse porte che avevano spalancato i Green Day l’anno precedente. Prendete la canzone Just A Girl: è una storia di ribellione dai genitori raccontata con grande ironia, la stessa che caratterizza i brani di Dookie.

4. MY CHEMICAL ROMANCE – THE BLACK PARADE
The Black Parade dei My Chemical Romance è nato dalla mano e dalla mente di Rob Cavallo, già produttore di Dookie. L’influenza dei Green Day indubbiamente si sente e le canzoni suonano molto simili ad un altro disco del trio californiano, American Idiot.

5. SUM 41 – ALL KILLER NO FILLER
I canadesi non hanno mai nascosto il loro amore nei confronti dei Green Day. «Avevo circa 14 anni, quando è uscito Dookie, ricordo quando ho visto il video di Basket Case per la prima volta… aveva così tanta energia ed era così diverso da tutto quello che avevo visto fino a quel momento. Sono diventato loro fan all’istante» ha raccontato il leader dei Sum 41 Deryck Whibley.

Clicca sulla freccia per proseguire

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI