Onstage
ligabue-frasi-memorabili

Ligabue, 8 frasi che non ci saremmo aspettati da lui

Ligabue è un artista votato al rispetto. Verso il proprio mestiere, verso i colleghi e soprattutto verso il pubblico. Per questo è sempre rimasto lontano dai quei meccanismi privi d’eleganza che caratterizzano il modus operandi di chi vuol farsi largo nel music business in un certo modo. Ma un recente elogio alla sua classe l’abbiamo già scritto, non serve ripetersi. Sarebbe interessante invece ricordare che il cantautore di Correggio, durante la sua lunga carriera, non si è mai tirato indietro quando ha sentito il bisogno di dire la sua, senza peli sulla lingua. Talvolta è stato frainteso, altre volte strumentalizzato, ma è sempre rimasto fedele al Liga-pensiero, che proviamo a ricostruire in otto sue frasi memorabili.

ligabue-frasi-memorabili

1. “Per i musicisti rock c’è ancora oggi l’alibi dello scotto da pagare per fare musica. Perciò, secondo il galateo della perfetta rockstar, io che non mi drogo sarei fuori target”
È la storica dichiarazione del 1999 rilasciata dopo la scomparsa di Massimo Riva, chitarrista e grande amico di Vasco Rossi. Additata come la scintilla avrebbe fatto scattare il proverbiale odio del rocker di Zocca verso Ligabue – su cui pealtro la stampa ha poi ricamato una fantomatica eterna rivalità – resta ad oggi la formidabile risposta al classicone “Ligabue non è una rockstar”.

Clicca sulla freccia per proseguire

Umberto Scaramozzino

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI