Speciali

Speciale concerti estate 2013: com’è andata?

pubblico-concerti-2013

I dati di maggio, giugno e luglio segnano un’inversione di tendenza rispetto al 2012: il pubblico italiano ha partecipato numeroso ai concerti del 2013. Proprio tutti i concerti? Non esattamente.

In tempi di crisi economica, il music business riscopre i concerti. A dire la verità non li ha mai dimenticati, ma nel 2013 le cose in Italia sembrano andare molto meglio rispetto all’anno scorso. Il pubblico, che pure non è mai mancato nelle grandi occasioni anche in passato, ha contribuito alla riuscita di una serie intensissima di appuntamenti. Se da un lato non siamo (e non saremo mai) un paese adatto ai grossi festival per questioni di cultura, economia, logistica e altro ancora, i dati di affluenza degli eventi estivi del 2013 mostrano quanto attraenti siano i grandi concerti per gli italiani. Sottolineo “grandi”. È infatti ormai chiara la fisionomia del pubblico nazionale: con buona pace di chi gradirebbe una certa attenzione anche per i nomi che gravitano fuori del mainstream, sono i big a tirare la volata, a prescindere dal quanto cari siano i biglietti dei loro concerti. Probabilmente quest’anno, senza buona parte dei festival più importanti (vedi Heineken Jammin’ Festival), si è creata la situazione ideale per i fan del nostro paese: tutti i nomi importanti sono arrivati con il proprio spettacolo e non hanno dovuto condividere tempo e spazio con colleghi meno noti, incontrando così alla perfezione la richiesta: gli italiani vogliono godersi i propri beniamini senza fastidiosi intralci o con spettacoli monchi. I segnali erano già chiari in passato: per esempio l’anno scorso le date singole di Metallica, Coldplay, Springsteen e Foo Fighters andarono alla grande, mentre Gods Of Metal, HJF e Rock In IdRho non ottennero affatto i risultati sperati. Gli stessi Coldplay, che per la data di Torino del 2012 hanno venduto 35.000 biglietti in poche ore, l’anno precedente faticavano a superare i 10.000 paganti per il set all’Heineken Jammin’ Festival.

Probabilmente a favorire i buoni numeri del 2013 ha contribuito anche l’abbondanza da un punto di vista geografico. Gli stadi si sono riempiti in diverse città italiane, alla faccia del leit motiv “I concerti fighi li fanno sempre solo a Milano” – mai così clamorosamente smentito come quest’anno. Per esempio Vasco Rossi e i richiestissimi Muse da San Siro non sono passati. Proprio loro, insieme a Bruce Springsteen (date a Napoli, Padova, Milano e Roma), guidano la classifica di affluenza agli show, ma anche Roger Waters e Depeche Mode (due appuntamenti per loro) o ancora Robbie Williams e Bon Jovi hanno superato le cinquantamila presenze per i rispettivi spettacoli. A livello di star nazionali, la tournée di Jovanotti, con ben 13 show negli stadi, è stata ugualmente un grande successo, al punto che la prima delle due serate previste a San Siro è stata seguita da ben 48mila fan.

pubblico-concerti-2013-TAB1

pubblico-concerti-2013-TAB2

Non solo stadi tuttavia, anche manifestazioni come il Rock In Roma dell’Ippodromo delle Capannelle (oltre 200mila presenze complessive) e il City Sound di Milano hanno detto la loro, grazie a veri e propri show stealer come i Blur (sold-out con 12mila presenze all’Ippodromo milanese) e il Boss nella Capitale. Bene anche gli eventi one-day-only presso la tanto bistrattata Arena Concerti di Rho Fiera, che ha ospitato masse abbondanti per i concerti di Green Day e Iron Maiden: quest’ultimo, con 35mila presenze, rappresenta il dato di affluenza più alto di sempre a uno show italiano per la blasonata band inglese. In ogni caso e a prescindere dal genere, stiamo sempre parlando di big della musica.
Se l’agenda per l’autunno indoor è già ricca di appuntamenti e le indiscrezioni per il 2014 cominciano già a fioccare, il segnale che il pubblico ha lanciato ai promoter negli ultimi tre mesi è inequivocabile: c’è ancora fame di grandi concerti, la musica ha ancora un posto importante nel cuore (e nel portafogli) degli italiani. A patto che l’offerta sia quella giusta.

pubblico-concerti-2013-TAB3

pubblico-concerti-2013-TAB4

Dati forniti da Live Nation, Barley Arts, VIVO Concerti e Trident Management

Commenti

Commenti

Condivisioni