Festivals Speciali

Sònar 2012 – Barcellona – Live Blog Giorno 2

Sonar Festival 2012 – Barcellona – New Order, Fatboy Slim, The Roots, Lana Del Rey, Flying Lotus, deadmau5, Hot Chip, Squarepusher, Ritchie Hawtin, James Murphy, Die Antwoord, Nicolas Jaar, James Blake, Metronomy

Seconda Parte

Uno degli aspetti interessanti del Sònar è la sua fauna. Diversamente dal Primavera Sound dove la divisa hipster barra indie sembra d’obbligo, qui è molto più variegato e estremo. Sembra un immenso catalogo di tutte le combinazioni possibili di stili e tendenze. Ci sono persone che curano il loro look all’inverosimile e si capisce abbastanza facilmente che non lo fanno per l’occasione, ma che la loro immagine parla di uno stile di vita. Estremo, per l’appunto, come questo festival, da un certo punto di vista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Per non parlare degli ultras: ho visto almeno tre persone con la gamba rotta sottocassa!)

 

I Supersilent e il loro ospite d’onore, John Paul Jones, da soli hanno contribuito ad innalzare, e di parecchio, il livello culturale del festival. La loro è pura sperimentazione, sembra free jazz, o free rock, ma anche free qualcos’altro di non ben definito. Portano le loro suite improvvisate ben oltre il punto di saturazione, riuscendo comunque a non perdersi, a preservare un’estetica intellegibile. Mi hanno ricordato i primi dischi dei King Crimson, nei quali arrivava sempre il momento di delirio noise, durava troppo per essere piacevole, ma ti predisponeva ad ascoltare col doppio dell’attenzione e del piacere i brani successivi, di solito più calmi.

I canadesi Austra hanno tenuto uno show divertente. Un misto abbastanza inedito di elettronica da ballo e voce dalle nuances new wave. Unica pecca, troppe basi preregistrate. Non ho nulla in contrario, ma quando vedo sei musicisti su un palco di cui suonano due soltanto (mentre gli altri ballano) mi chiedo, che ci state a fare?

I Mouse On Mars hanno spaccato. Un live consigliatissimo a chi ritiene che i musicisti di elettronica si limitino a schiacciare dei tasti. Uno spettacolo tiratissimo, la migliore dance music, campionamenti in tempo reale, sintetizzatori spinti, il tutto incastrato su un batterista infaticabile. Applausi.

Adesso Peaking Lights e poi si va al Sònar di notte.

 

Prima Parte

Oggi è il primo giorno del Sònar di notte. Stasera Ritchie Hawtin, Squarepusher, Lana Del Rey, James Blake, Friendly Fires, James Murphy, Fatboy Slim, Nicolas Jaar, Simian Mobile Disco. Sì, tutti stasera. Ce n’è abbastanza per stare a posto per I prossimi tre anni.

Non dimentichiamoci però che adesso ci sono anche le esibizioni diurne. Ora vado a vedere Supersilent, con John Paul Jones dei Led Zeppelin al basso (quando uno sta avanti, sta avanti fino a cent’anni), poi Mouse On Mars, Austra, Peaking Lights. Fortunatamente uno degli sponsor è Redbull.

Commenti

Commenti

Condivisioni