I Muse tornano sul palco nel 2017, si accendono le speranze dei fan italiani

muse-italia-2017-concerti
di Laura Ritagliati
Foto di Roberto Panucci

È ufficiale: i Muse nel 2017 torneranno ad esibirsi dal vivo. L’annuncio è arrivato tramite la pagina Facebook della band, quando nella mattina di giovedì 1 dicembre è comparsa una locandina con la conferma: Matt Bellamy e soci saranno headliner al Reading/Leeds Festival, che si terrà ad agosto 2017 nel Regno Unito. Si accendono così le speranze di rivederli in tour: è infatti difficile immaginare che una macchina pesante e costosa come quella degli inglesi possa mettersi in moto per un solo concerto. E a quel punto perchè non immaginare anche delle date in Italia la prossima estate, ad oltre anno dalla lunga residency di maggio 2016 al Mediolanum Forum di Assago (Milano)?

La notizia del festival sembra smentire le notizie circolate negli ultimi mesi a proposito di un tour nei club: erano stati proprio i componenti della band a raccontare di essere attratti dalla possibilità di suonare in quel tipo di location – come non capita ormai da moltissimi anni – anche se l’ipotesi era apparsa fin da subito improbabile viste le dimensioni della band in termini di audience. Ci hanno poi pensato le parole del tour director dei Muse Glen Rowe ad allontanare l’idea dei club: «Ci piacerebbe avere un palco fatto di magneti in modo che la band possa levitare. È questo tipo di problemi ciò che mi tiene sveglio la notte. Se c’è qualche esperto che può darmi una mano si faccia vivo, perchè io voglio riuscirci». È semplicemente inimmaginabile che i Muse possano portare dentro i club uno spettacolo del genere.

La scelta di partecipare al Reading/Leeds Festival indica con chiarezza che i Muse hanno intenzione di suonare nei festival, proprio come fatto nell’estate 2015. Allora si esibirono all’Ippodromo Capannelle di Roma, data unica in Italia, scatenando le polemiche dei fan, troppo numerosi per l’esiguo numero di biglietti a disposizione (30.000!). Una semplice associazione di idee (festival-Roma-spazio più grande di Capannelle) ci permette di sognare un evento che avrebbe del sensazionale: i Muse al Circo Massimo. Perchè no?

Commenti

Commenti