Video

Bruce Springsteen ha pesantemente insultato Donald Drump

bruce-springsteen-insulta-trump

La lista di coloro che non vogliono Donald Trump alla Casa Bianca si allunga. L’ultimo in ordine di tempo è stato Bruce Springsteen, che durante il concerto al Consol Energy Center di Pittsburgh di domenica 11 settembre, ha per la prima volta pronunciato pubblicamente un’offesa indirizzata al candidato repubblicano.

Imbracciando la sua chitarra, il Boss si è allontanato per pochi istanti dal microfono per ritornare con in mano un fascicolo. «Qualcuno mi ha dato una copia della Costituzione Americana, sulla copertina c’è scritto “vaffanculo Donald Trump”. Ecco la richiesta che ha fatto e io l’ho accontentato (alludendo al momento delle canzoni a richiesta che da sempre caratterizza tutti i suoi live, ndr)». Dopo di che, come se nulla fosse, ha interpretato una lunga versione acustica di Long Walk Home, canzone tratta da Magic, album del 2007.

Per promuovere l’uscita dell‘autobiografia attesa per il 27 settembre, Bruce ha già annunciato le date del tour che tra settembre e ottobre lo porteranno in giro per gli States.

Commenti

Commenti

Condivisioni