Video

La tragedia del Bataclan raccontata dagli Eagles Of Death Metal

Eagles Of Death Metal intervista dopo Parigi

Gli Eagles Of Death Metal hanno rilasciato la prima intervista dopo la tragedia di Parigi che li ha coinvolti in prima persona. La band ha rotto il silenzio con un primo comunicato stampa nel quale ha raccontato il suo stato d’animo ad una settimana dagli eventi, rinnovando la volontà di voler riprendere a far musica quanto prima, come tanti dei loro colleghi che in questi giorni sono stati costretti ad annullare le loro esibizioni.

Eagles Of Death Metal, l’intervista dopo Parigi

Jesse Hughes e Josh Homme hanno poi raccontato a Vice l’esperienza – anche se Homme non era presente al concerto quella sera – in una video intervista.

Sconvolto, con la voce rotta, Hughes ha descritto i terribili attimi in cui è accaduto tutto: «Alcuni sono riusciti a ripararsi nel nostro camerino, ma i terroristi li hanno trovati. Li hanno uccisi tutti, eccetto un ragazzo che è riuscito a nascondersi sotto un mio giaccone di pelle. La gente fingeva di essere morta ed era terrorizzata. Uno dei motivi per cui sono morti in tanti è che molti non hanno abbandonato i loro amici e li hanno protetti facendogli scudo con il proprio corpo» ha detto, facendosi testimone non solo della crudeltà dei killer, ma anche dell’eroico tentativo di salvarsi e aiutarsi delle persone presenti.

Commenti

Commenti

Condivisioni