Onstage

Biografia Ben Harper

Benjamin Chase Harper cresce musicalmente all’interno del negozio di strumenti musicali posseduto dai nonni materni a Claremont in California. Qui nasce l’amore per la lap steel guitar e lo slide che caratterizzerà molta della sua produzione live e da studio. Sveglio e precoce, Harper inizia prestissimo a scrivere canzoni, tanto che dopo un limitatissimo album di debutto insieme a Tom Freund, viene scritturato dalla Virgin e debutta da solista con Welcome To The Cruel World (1994). Nel successivo Fight For Your Mind, più maturo e impegnato, fanno la loro apparizione i The Innocent Criminals, da qui in avanti, nonostante qualche alto e basso, la backing band preferita da Harper. Il capolavoro del chitarrista arriva nel 2003: Diamonds On The Inside, con le sue infinite contaminazioni, lo consacra nuova voce del rock americano e gli permette di partecipare al Vote For Change Tour in compagnia di artisti quali R.E.M., Pearl Jam e Bruce Springsteen. È di questi tempi anche la riuscita collaborazione con i Blind Boys Of Alabama, da cui verrà tratto anche uno splendido video all’Apollo Theater di Harlem. Negli ultimi anni riesce ancora a stupire grazie alle collaborazioni con Dhani Harrison e Joseph Arthur e a quella con il bluesman Charlie Musselwhite per l’album Get Up! (2013).

Articoli su Ben Harper

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI