Onstage

Biografia Riccardo Sinigallia

Pur avendo sempre avuto un’inclinazione innata a cantare in prima persona i propri testi, Riccardo Sinigallia impiegherà moltissimi anni e scriverà decine di pezzi di successo per altri autori prima di debuttare come artista solista. Gli anni novanta saranno decisivi per la carriera di autore, grazie alla sensibilità artistica che gli permetterà di scrivere alcuni dei testi più significativi della nuova musica indipendente italiana. In quegli anni arrangia, produce e mette la firma su brani come Capelli, Rosso o Lasciarsi Un Giorno A Roma di Niccolò Fabi, così come su Vento D’estate e Una Musica Può Fare di Max Gazzè. Degli stessi anni sono il ritornello di Quelli Che Ben Pensano di Frankie hi-nrg mc e soprattutto la produzione e la firma su La Descrizione Di Un Attimo dei Tiromancino, che lo consacra uno degli autori più influenti del decennio. Da qui al debutto solista il passo è breve e si concretizza con l’album omonimo del 2003: una manciata di brani crepuscolari, eterei, sulla scia dei Tiromancino e dei Radiohead post Ok Computer. Incontri A Metà Strda (2006) vira verso un sound meno dilatato e più legato alla forma canzone classica. È autore della colonna sonora di Paz!, film basato sui personaggi creati da Andrea Pazienza.

Articoli su Riccardo Sinigallia

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI