Onstage

Biografia Yes

Nati nei pressi di Londra alla fine degli anni sessanta, gli Yes sono considerati uno dei gruppi più importanti della scena progressive mondiale, nonché tra i principali inventori e propositori del genere stesso. Nel corso degli anni settanta, nonostante cambi continui di formazione, la band incide alcuni degli album più venduti del decennio, primi fra tutti The Yes Album (1971) e il celeberrimo Fragile (1972), che grazie ad un singolo apripista come Roundabout raggiunge i piani alti delle classifiche di mezzo mondo e porta la band ad esibirsi anche in Australia e Giappone. Relayer (1974), ispirato a Guerra e Pace di Tolstoj, è un altro successo planetario, così come Drama (1979) che però porterà a dissidi di tipo artistico e al successivo scioglimento della band. A sorpresa, nel 1983, risorgono dalle proprie ceneri con 90125 che grazie alla famosissima Owner Of A Lonely Heart raggiunge per la prima volta la vetta della classifica americana e li porta suonare due anni dopo a Rock In Rio, di fronte a centinaia di migliaia di persone. È un po’ il canto del cigno artistico del gruppo che, da lì a breve, si sfalderà dando vita a tanti piccoli nuclei che ne rivendicano l’eredità. Il nuovo millennio vede ancora una reunion che senza troppi clamori porta alla luce qualche album poco ispirato.

Articoli su Yes

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI