Onstage
Max Renga Nek Roma 2018 foto concerto 4 aprile

Francesco Renga a Verona allontana la pioggia

Sono le nove di sera e a Verona era prevista pioggia. Molti erano gli ombrelli e le precauzioni contro il maltempo ma fortunatamente non sono servite: con ogni probabilità il canto soave di Francesco Renga ha convinto pure il cielo a fermarsi ad ascoltare.

Un concerto intimo incentrato sulla vita dell’artista bresciano. Due ore e mezza in cui sono stati presentati, oltre ai suoi più grandi successi, le tracce del nuovo progetto musicale L’altra metà.
Francesco, un ragazzo segnato dalla morte di sua madre: questa circostanza ha segnato fortemente la sua vita e come racconta sul palco commosso, in ogni canzone che scrive, sua madre finisce per esserne la vera protagonista.

On stage assieme ai brani, Francesco ha presentato anche i suoi disegni che per l’occasione sono stati animati sui ledwall. Verona era incantata, inebriata da questa manifestazione artistica.
Verso fine spettacolo gli spettatori dell’Arena, troppo coinvolti, sono scesi in massa dalle platee alte verso il palco. Nemmeno la sicurezza è riuscita a contenere tale slancio.

Francesco è un’artista semplice e diretto, che bada a trasmettere i suoi valori e la sua introspezione al proprio pubblico, distunguendosi così dalle altre star del pop contemporaneo.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI