Onstage

Benvenuti in Italy, Rocco Hunt: «Il calcio nasce nelle periferie»

Si intitola Benvenuti in Italy la national song per gli Europei Under 21 di calcio, che si terrà quest’estate – per la prima volta – proprio in Italia e a San Marino dal 16 al 30 giugno. A cantarla è Rocco Hunt, con la produzione che porta la firma di Mace e Zized.

«Ieri ho ascoltato questa canzone e il ritornello mi è entrato in testa. – commenta Gabriele Gravina, presidente della FIGC – Il matrimonio tra calcio e musica va avanti da tanti anni. Ringraziamo Rocco Hunt per questo esempio di condivisione e ci auguriamo che l’abbinamento sia di successo e che ci aiuti a coronare il sogno della vittoria che inseguiamo dal 2004. L’Italia merita di regalare un sogno ai suoi tifosi».

«La sentiremo spesso negli spogliatoi – aggiunge poi il tecnico della Nazionale Luigi Di Biagio – la vediamo come uno stimolo per dare gioia ai tifosi. Sappiamo che c’è responsabilità e aspettativa, ma siamo consapevoli di essere una grande squadra».

«Per me oggi è nu juorno buono, perché quando un tuo brano viene scelto per qualcosa di così grande è una grande emozione. – commenta invece Rocco Hunt – In un mondo, come quello del calcio, che a volte viene messo purtroppo davanti a interessi che non sono calcistici, è bello ricordare che il calcio è anche quello sui campetti nelle periferie, con i ragazzini piccoli che si scambiano le magliette. Io sono uno dei tanti che viene dalla periferia e che è riuscito a realizzare il sogno di vivere di musica. Questa quindi è un’occasione per portare alla ribalta le situazioni marginali e per portare questa colonna sonora lì dove il calcio nasce, nelle strade, dove è sinonimo di rinascita e educazione».

Rocco ammette di non essere un grande tifoso, ma anticipa che canterà il brano in occasione della finale il 27 giugno («Finalmente farò anche io un tour negli stadi» scherza).

«La base del pezzo già c’era – racconta poi spiegando la genesi di Benvenuti in Italy – lo slogan era diverso. Quando è arrivata questa opportunità, l’ultimo step l’ho fatto sapendo che dovevo perfezionare il brano per gli Europei. Ho chiuso il pezzo da solo, poi ho chiamato Federica Abbate per sistemarlo».

Il singolo anticipa comunque l’album, che dovrebbe arrivare verso la fine dell’estate. «Manco da tanto. Ho scritto per altri e ho fatto anche un film – conclude Rocco – ora devo riposizionarmi».

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI