Onstage

Fatboy Slim porta The Big Beach Bootique al cinema

Venerdì 31 agosto arriva in tutti i cinema del mondo The Big Beach Bootique, il concerto che Fatboy Slim ha tenuto lo scorso giugno nello stadio di Brighton.

Ho letto che la tua canzone preferita è Born Slippy degli Underworld. Anche per me è una delle migliori del nostro tempo: quali sono gli elementi che la rendono così bella secondo te?
Bisogna partire da quello che non è. Non è una canzone pop, non è una canzone prettamente dance. È un incrocio, con dei cori fenomenali. È come quello che ho voluto ricercare con canzoni come Praise You e Right Here Right Now, una miscela che è alla base della mia formula: mi piace ricercare pezzi del passato, un’altra canzone che mi piace molto è I Fell In Love di Donna Summer, ad esempio.

Sei il simbolo della musica dance, il Re della musica dance ormai da due decadi. Qual è la tua formula?
Penso che se ti piace quello che fai, se ti piace il tuo lavoro non importa dove arrivi perché tanto alla fine trovi quello che stavi cercando. Se ti piace davvero, se sei innamorato della musica anche quando pensi che stai sbagliando, ti diverti. Se il tuo obiettivo è quello di diventare famoso, una volta che hai raggiunto questo status hai finito, non raggiungi più nulla. Invece, se sei innamorato di quello che fai, della musica, riesci sempre a trovare qualcosa di nuovo, ovunque: ho sempre cercato canzoni nei dischi di altri, per creare una sorta di collage che rappresentasse al meglio quello che avevo in mente; un collage che partisse da un emozione per restituirne altrettante.

Ora, se contiamo che secondo Linda Lovelace (la protagonista di Gola profonda), «il cricket è come i film erotici: allevia la frustrazione e la tensione», e che quella sera sulla spiaggia di Brighton la festa fu per il dj set di Norman, preparatevi per il Big Beach Bootique del 31 agosto.

 

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI