Onstage
Federica_Abbate_In_Foto_Vengo_Male

Federica Abbate, In foto vengo male: «In questo EP pezzi della mia vita»

Si intitola In foto vengo male (Carosello Records) il nuovo EP di Federica Abbate, uscito il 18 maggio e contenente sei brani, dichiaratamente dedicati a chi si sente fuori posto.

La tracklist vanta infatti i singoli già noti Fiori sui balconi, A me ci pensi mai, Mi contraddico e Pensare troppo mi fa male (ft. Marracash), a cui si aggiungono i due inediti Due volte e Oggi è un bel giorno.

«I due inediti sono due pezzi molto intimi e personali. – ci racconta Federica – Oggi è un bel giorno è una riflessione sul fatto che ci piace lamentarci di tutto e spesso ci dimentichiamo di essere felici. Due volte forse rispecchia invece un’allegra malinconia che mi accompagna sempre. Parla del fatto che a volte serve del coraggio per riuscire ad ottenere ciò che si vuole».

Insomma, mai come in questo EP Federica è riuscita a mettere per iscritto «un cumulo di pensieri che mi portano a creare canzoni diverse». Per una volta, però, la penna è al suo servizio e non a quello di altri artisti.

«Quando scrivi per altri è diverso. – ci spiega infatti Federica – Le canzoni girano e non c’è un lavoro mirato. Questi invece sono pezzi della mia vita, sono proprio io. C’è una grande sincerità in questo EP, anche se partire dal basso richiede uno sforzo maggiore, così come cercare di costruire un mondo che appartenga solo a me e a nessun altro. Non trovo un’etichetta adatta però. Il pop ormai è un mondo a sé e non mi sento né indie né trap. Forse sono solo un’artista a cui piace sporcarsi».

Riflettendo sulla sua “evoluzione” da autrice per terzi a cantautrice e sul boom dell’indie, Federica aggiunge poi che «oggi emozionarsi è sempre più difficile» e che tutto, per lei, è partito dalle canzoni: «Sono nate e non volevo darle a nessuno. – racconta – All’inizio è stato difficile, ma le canzoni sono al centro di tutto». Un ringraziamento speciale va a Marra, il primo a farle capire che era necessario iniziare a scrivere per sé, «il primo a credere in me, anche se siamo molto diversi». Federica ringrazia poi il suo team, perché è la «squadra a fare la differenza ed è l’insieme a dare risultati».

Infine, un commento sul live. Il 25 maggio Federica Abbate sarà infatti sul palco del Mi Ami a Milano.

«Sarò sicuramente tesa 10 minuti prima di salire sul palco – commenta – sto lavorando e mi sto preparando a collegare i pezzi. Sono molto entusiasta di questo nuovo inizio e felice di poter incontrare le persone al di fuori dei social. L’importante è lavorare sodo».

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI