Onstage

Sergio Sylvestre: «Il mio Big Christmas tra emozioni e pace»

Sarà decisamente un Big Christmas per Sergio Sylvestre e per tutti quelli che ascolteranno l’album – che si chiama appunto Big Christmas – in uscita il 17 novembre. L’ex vincitore di Amici ha infatti deciso di sfornare un disco natalizio, che si avvale della preziosa produzione di Diego Calvetti: al suo interno, troverete immancabili classici (come Let It Snow e White Christmas), ma anche brani non proprio natalizi, che tuttavia per Sergio esprimono proprio il senso di famiglia e di calore del Natale.

«Cos’è il Natale per me? – racconta Sergio – A casa mia è sempre stata una giornata di pace. Per noi Natale era tutto. Era una settimana intera di preparazione, tra la cucina messicana e gli scherzi di mio padre».

La figura del padre, recentemente scomparso, è centrale in questo lavoro di Sergio, che non nasconde di aver passato un periodo buio e assolutamente infelice.

«Avevo bisogno di fare qualcosa di divertente e, perché no?, di americano. – ci spiega infatti il cantante – Dopo la morte di mio padre, volevo ricordarlo con qualcosa capace di trasmettere tantissimo. Sono 11 pezzi che rappresentano il Natale. Over The Rainbow, invece, c’è perché mio padre amava tantissimo quella canzone. Mi ricorda la sua grinta. Mentre lo cantavo, mi sono molto emozionato».

Oltre a Over The Rainbow, nella tracklist spiccano anche Little Drummer Boy («Una canzone che cantavo tantissimo da ragazzo e che qui ha un arrangiamento nuovissimo curato da Calvetti») e Hallelujah («Un brano che mi appartiene completamente. Il testo è bellissimo»).

Sergio arriva così al Natale con un album nuovo di zecca e l’occasione è propizia per fare un bilancio del 2017, che lo ha visto impegnato anche sul palco di Sanremo con il brano Con te.

«Sono contentissimo di questo mio 2017. – spiega Sergio – Non mi aspettavo il successo di Sanremo. Giorgia, che ha scritto il mio brano, mi ha detto solo e sempre belle parole. Per il 2018, invece, vorrei forse suonare di più. Spero di riuscire a portare avanti tutte le cose che mi ha insegnato mio padre. Prima ero giovane, non lo ascoltavo. Ora ho capito quanto sono importanti le cose che mi diceva».

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI