Onstage

Il Volo, 10 anni di carriera: «Non un punto, ma una virgola»

È un anno importante il 2019 per Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble e Piero Barone: i ragazzi de Il Volo festeggiano infatti 10 anni di carriera, ricchi di soddisfazioni e di successi, nella speranza di celebrare tanti altri anniversari in futuro.

Nel frattempo, l’8 novembre esce 10 Years, un best of disponibile in varie versioni e un’uscita internazionale, con edizioni ad hoc per il mercato latino e giapponese. Del resto, i tre ragazzi sono reduci da un lungo tour in America Latina e si preparano a partire per il Nord America, con la promessa di tornare in Italia per due date speciali, il 30 agosto all’Arena di Verona e il 4 settembre al Teatro Antico di Taormina.

«Abbiamo vissuto bellissime esperienze e torniamo dal Sud America pieni di emozioni. – esordisce in conferenza Gianluca – L’America Latina è il nostro primo pubblico e siamo grati e orgogliosi». «Incontrare culture differenti è sempre bello, ma è bello anche vedere che la cultura italiana è sempre stimata. – aggiunge Ignazio – Sogniamo di poter essere considerati un giorno gli eredi di Pavarotti e Bocelli».

Il tour – in questo senso – è stato impegnativo, ma prima di ripartire c’è il tempo di rilasciare il Best Of. «L’album Musica era più una conseguenza di Sanremo – spiega Piero – mentre 10 Years è per festeggiare i dieci anni di carriera ed è un’uscita internazionale. Abbiamo anche già annunciato i due concerti a Verona e Taormina perché vogliamo che i fan sappiano che non ci siamo dimenticati dell’Italia».

I dieci anni di carriera sono ben rappresentati dai brani del Best Of – da ‘O Sole Mio a Grande Amore – che alternano canzoni registrate in studio a registrazioni live. Il 19 novembre su Canale 5 andrà inoltre in onda uno speciale evento televisivo, con le immagini del concerto di Matera. «In tv mostreremo anche contributi con aneddoti – spiega Piero – del resto con la televisione abbiamo un buon rapporto. Il Volo non è un prodotto da streaming, le persone si affezionano vedendoci cantare. E inoltre dobbiamo dire grazie alla tv e ai talent, perché siamo nati lì».

E infatti la storia dei tre ragazzi parte proprio dall’edizione di Ti Lascio Una Canzone del 2009, dove nasce ufficialmente il gruppo. «Da allora abbiamo vissuto momenti molto belli, ma anche momenti difficili. – racconta Ignazio – Nel 2014 ci fu una transizione da Universal a Sony non semplice, ma abbiamo sempre gestito le situazioni complicate con Michele Torpedine». Se i tre dovessero stilare una Top 4 dei momenti più rappresentativi della loro carriera non avrebbero dubbi: la partecipazione al progetto We Are The World for Haiti, il live con Barbra Streisand, il tributo ai Tre Tenori e l’esibizione davanti a Papa Francesco.

«Per noi i dieci anni non sono un punto, ma una virgola. – commenta ancora Ignazio – Sfrutteremo questi dieci anni il più possibile e penseremo alla strada più giusta da seguire». E, a questo proposito, Gianluca chiosa: «Abbiamo fatto esperimenti, ma abbiamo anche capito che dobbiamo essere noi stessi e che la chiave del nostro successo è il pop lirico».

Grazia Cicciotti

Foto di Julian Hargreaves

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI