Onstage
album-rap-italiano-2019

Cosa ci aspettiamo dal rap italiano nel 2019

Anche nell’ultimo anno il rap italiano ha dominato le classifiche di vendita e streaming confermando di non essere una moda passeggera bensì un genere che nel tempo è riuscito instaurarsi definitivamente nella cultura del paese. Il 2018 infatti si è aperto con Rockstar di Sfera Ebbasta e chiuso con Playlist di Salmo, due album agli antipodi per fasce di mercato ma allo stesso tempo tra i più venduti dell’intero anno. Nel mezzo le fortunate parentesi di Gemitaiz, Tedua, Capo Plaza, Noyz Narcos, Luchè e Guè Pequeno.

Nel 2019 l’hip hop italiano prenderà definitivamente piede anche nei palazzetti italiani grazie ai live in programma di Salmo, Sfera Ebbasta e Guè Pequeno. La stagione ai nastri di partenza vedrà il ritorno alle origini di Fedez, il probabile arrivo dei nuovi progetti di Marracash e Fabri Fibra e il tentativo di confermarsi ad alto livello delle nuove leve. Sono molte le uscite previste e gli artisti che trovate di seguito sono solo alcuni di quelli da tenere in considerazione per il 2019.

Fedez
Qualcuno storcerà il naso vedendo il nome di Fedez all’interno di questa lista, ma il suo nuovo album, in uscita il 25 gennaio, conterrà molti episodi urban, inutile fingere il contrario. Emis Killa, Tedua, Trippie Redd, Dark Polo Gang sono solo alcuni dei nomi che faranno parte del suo Paranoia Airlines. I fan di vecchia data sperano di rivivere i fasti del primo Fedez. Il suo è inevitabilmente uno degli album più attesi dell’anno.

Marracash
Il fenomeno della Barona è sostanzialmente fermo da un bel po’ di tempo. L’ultimo suo progetto discografico, Santeria, in coppia con Guè Pequeno risale al 2016, mentre bisogna andare indietro di un anno per risalire a Status. Un’enormità di questi tempi. Nel 2018 è stato fotografato in studio insieme a Night Skinny. L’ora del suo ritorno è sempre più vicina.

Guè Pequeno
Il Golden Boy del rap italiano quest’anno si esibirà per la prima volta live al forum di Assago. Un grande riconoscimento per la sua carriera. Discograficamente parlando Guè non si ferma mai, riuscendo ogni anno a sfornare album di livello. La musica non cambierà nemmeno quest’anno. Stacanovista.

Ghemon
A febbraio lo vedremo sul palco del Festival di Sanremo con la sua Rose viola prodotta da Zef. E molto probabilmente il suo sarà l’unico episodio puramente hip hop della kermesse, non me ne voglia Achille Lauro. Dopo gli ottimi riscontri ottenuti in chiave live nel 2018, il nuovo anno sarà un banco di prova importante per Ghemon, un artista in costante crescita.

Fabri Fibra
Un 2018 passato più che altro sui palchi e a guardare le gesta dei colleghi dopo un 2017 da assoluto protagonista. Fabri Fibra ha ricaricato le pile ed è pronto a ripartire. Molto probabilmente tornerà con un nuovo progetto nella seconda parte dell’anno.

Salmo
In soli due mesi del 2018 ha sbaragliato la concorrenza con oltre 200 milioni di streaming complessivi e un album certificato doppio disco di platino. Nel 2019 inizierà il suo primo tour nei palazzetti italiani e continuerà quanto di buono iniziato con Playlist. Non sono da escludere nuovi brani e collaborazioni nel corso dell’anno.

Sfera Ebbasta
Dopo i quattro dischi di platino ottenuti dal suo Rockstar (album più venduto in Italia nel 2018), Sfera Ebbasta ha promesso ai suoi numerosi fan nuova musica. Prima però tre date nei palazzetti di Milano Roma e Napoli. Se il buongiorno si vede dal mattino, anche quest’anno Sfera Ebbasta sarà uno dei protagonisti indiscussi della scena.

Jake La Furia
A tre anni dal suo ultimo disco solista e dopo il recente cambio di casacca (da Universal a Sony, ndr.) Jake La Furia è finalmente in studio per dar vita a un nuovo progetto discografico. Chiusa la fortunata e storica parentesi Dogo anche per lui è arrivato il momento di rimettersi definitivamente in pista.

Side Baby
Il suo ultimo singolo prodotto da Sick Luke, Non sei capace, ha riportato alla mente il periodo Crack Musica. Vista la deriva pop dei suoi ex colleghi non è da escludere un ritorno di Side Baby a sonorità più cupe.

Izi
Il 2018 è stato l’anno della definitiva consacrazione dei nuovi volti del rap italiano. Izi inspiegabilmente è rimasto in silenzio, non salendo sul treno del successo. Si dice che certi treni passino una volta sola, ma per uno con il suo talento non è mai detta l’ultima parola. Quest’anno tornerà sicuramente con un nuovo progetto.

Coco
Di recente su Instagram ha confermato l’arrivo di un suo nuovo progetto discografico per il 2019. L’album conterrà quattro featuring. Coco è a mani basse uno dei volti più sottovalutati della scena, la curiosità dietro l’uscita del nuovo disco è tanta.

Murubutu
Il nuovo album di Murubutu uscirà il primo febbraio, una data da segnare con il bollino rosso sul calendario per gli amanti delle liriche. Il rapper/professore è un’icona della scena underground, amato come fosse una divinità dai propri fan. Il suo è un piacevole ritorno.

Lazza
Durante un’esibizione Lazza ha svelato che nel 2019 uscirà il suo nuovo album intitolato Zzala 2. Non poteva esserci notizia migliore, uno con un flow del genere è sempre un piacere da ascoltare.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI