Onstage
caution-radiation-area-1974

I 45 anni di Caution Radiation Area

Progressive rock, fusion, free jazz, elettronica, alienazione industrial e sperimentazione oltre ogni possibile confine di genere. Ascoltare oggi Caution Radiation Area (uscito nel 1974) lascia interdetti: possibile che una band nel 1974 fosse così avanti? Cosa avrebbero detto i leoni da tastiera dei social network attuali per commentare l’inscindibile legame politico che legava la proposta degli Area alla contemporaneità sociale di allora?

Allucinato, anticonformista e completamente avulso da una parvenza di forma canzone, il secondo album degli Area è da molti considerato uno dei più grandi dischi di ogni tempo in campo progressive. In un’epoca di tensioni incredibili e di desideri di un futuro non allineato alla volontà dominante del consumismo e del capitalismo, non ci è possibile immaginare cosa abbia potuto provocare la musica degli Area e la voce di Demetrio Stratos verso chi fu capace di comprenderli e ascoltarli nel modo corretto.

L’epoca irripetibile del prog italiano ha in questo album uno dei cimeli di maggior valore di sempre.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI