Onstage
j-ax-fedez-san-siro-trenitalia

I 100 album e gli artisti italiani più importanti del ventennio 2000-2019

Sembra impossibile ma sono praticamente già passati vent’anni da quel 1° gennaio 2000. Data che all’epoca ci affascinava (oppure faceva paura, dipende) tra millennium bug, moneta unica, europei di calcio e molto altro. Chi era adolescente oppure poco più grande e andava per i vent’anni, ha vissuto alla velocità della luce un ventennio che ha rivoluzionato l’utilizzo della musica che si era affermato nei cinquant’anni precedenti, introducendo nuove tecnologie di ascolto, ribaltando la discografia tradizionale, imponendo lo streaming come mezzo preferito di fruizione della musica (al punto che le classifiche di vendita lo considerano come parametro per stabilire il successo di un disco), sdoganando i talent show come bacino primario da cui attingere per trovare nuovi fenomeni, e quindi modificato radicalmente anche il panorama dei concerti (prima promuovendo grandi raduni di massa e festival, poi facendoli sparire e quindi riaffermandoli come quel place to be fondamentali per alimentare la “generazioni social”).

Un ventennio che ha portato negli stadi nuovi protagonisti, ha proposto sotto i riflettori nuovi cantautori, che ha visto dominare anche in Italia l’hip hop come genere preferito dai giovani e che ha relegato il rock ai margini del Paese, patrimonio di artisti di altra epoca e di altre culture.

Un ventennio di cui vogliamo provare a isolare i dischi e i protagonisti più importanti e rilevanti della musica italiana. Alcuni autori di exploit incredibili in termini di vendite, altre solo realtà estemporanee che non sono riuscite a resistere alla prova del tempo, o ancora artisti diventati vere e proprie star attraverso un lungo percorso fatto di gavetta e sacrifici. Nessuna pretesa di infallibilità, ma voler individuare i nomi necessari di questi ultimi vent’anni è lavoro obbligatorio per chi come noi vive di musica e concerti, ragionando in primis in ottica di popolarità e successo commerciale ottenuto, senza dimenticarsi comunque della qualità della proposta.

afterhours-milano-2018-concerto-10-aprileAfterhours – Quello che non c’è (2002)
Se per molti il meglio di Agnelli e compagni è arrivato a fine Novanta, Quello che non c’è solidifica la loro importanza nel panorama alternative italiano e, in seguito alla partecipazione del frontman a X Factor, permette alla band di suonare un concerto gigantesco al Forum di Assago. Band ancora oggi fondamentale nel ristretto panorama rock nazionale.

foto-concerto-alessandra-amoroso-29-ottobre-2016-padovaAlessandra Amoroso – Senza Nuvole (2009)
Sandrina ha festeggiato recentemente dieci anni di carriera fatti di dischi di platino, palazzetti sold-out e una notevole serie di hit in cima alle classifiche. La sua abilità vocale è fuori discussione così come il rapporto strettissimo con la Big Family che sin dagli inizi la segue nei concerti. Senza nuvole lanciò la sua carriera e ancora oggi è la testimonianza perfetta del talento puro dell’artista salentina.

Alex Britti e Max Gazze Roma 2017 foto scaletta concerto 31 luglioAlex Britti – La Vasca (2000)
Abilissimo chitarrista, Alex si è affermato presso il grande pubblico tra fine Novanta e inizio Duemila, grazie anche a questo album che vende più di 400.000 copie, esattamente come il precedente It.Pop (nome profetico visto quanto succederà nella scena indie dal 2015 in poi).

Alexia-Il-cuore-a-modo-mioAlexia – Alexia (2002)
Con la sua dance cantata in inglese, Alexia si era abbondantemente fatta conoscere nei Novanta. Nei Duemila la cantante decide di proporre i suoi pezzi interamente in italiano e il successo continua, portandola anche sul gradino più alto del podio a Sanremo 2003.

Andrea-Bocelli-AmoreAndrea Bocelli – Amore (2006)
E’ difficile individuare l’album più rappresentativo di quello che viene considerato il cantante di lirica più famoso al mondo. Bocelli ha saputo rinnovare la tradizione classica italiana e imporsi a ogni latitudine grazie alla sua ininterrotta attività tra gli anni Novanta e i Duemila. Questo disco è stato uno dei suoi tanti successi internazionali, capace di vendere oltre 4 milioni di copie.

Foto-concerto-jax-milano-15-ottobre-2018Articolo 31 – Domani smetto (2002)
Quella che era partita come una scommessa e che col tempo era diventata una solida realtà underground, ridefinisce i confini del pop nazionale negli ultimi anni del Novecento, esplodendo a livello mainstream con l’album in questione, successo confermato anche dal successivo Italiano Medio del 2003. J-Ax e Dj Jad si divideranno per poi ritrovarsi sul palco nel 2018 e nel 2019.

bassi-maestro-classicoBassi Maestro – Background (2002)
Uno dei numi tutelari del rap italiano si esprime in questo album ad altissimi livelli, attaccando chi ha sporcato la scena e difendendo la propria produzione artistica. Tra i pezzi memorabili il più famoso è forse S.I.C., mentre la title track è molto più riflessiva e sentita.

foto-concerto-baustelle-roma-30-luglio-2018Baustelle – La malavita (2005)
Il primo disco su major permette ai Baustelle di raggiungere un ampio pubblico e di aggiudicarsi un disco d’oro. Il lavoro è considerato uno dei migliori del nuovo indie italiano e lancia definitivamente la carriera di una band che punterà sempre sulla qualità evitando facili concessioni alle mode del momento.

benji-fede-roma-20-maggio-2017-fotoBenji & Fede – 0+ (2016)
I due ragazzi si sono conosciuti su Internet e hanno pubblicato diverse cover su YouTube, aumentando in questo modo la loro popolarità. Warner li nota e con questo album li fa esplodere a livello mainstream. I risultati sono clamorosi: doppio platino e tour nei palazzetti successivo. Per quanto il fenomeno di un teen idol sia inevitabilmente destinato a spegnersi nel giro di un lustro, la popolarità di Benji e Fede continuerà grazie a Instagram.

scaletta-concerto-biagio-antonacci-milano-2015Biagio Antonacci – Convivendo (2004)
La scalata alla popolarità totale di Biagione vede una svolta decisiva con la pubblicazione di questo album (500.000 copie smerciate) diviso in due parti pubblicate nel 2004 e nel 2005. Il primo San Siro del 2007 è la definitiva consacrazione per un artista che, allontanatosi progressivamente dal rock viscerale dei Novanta, trova la sua dimensione in un pop che dal vivo rimane comunque energico e sentito.

Bologna-Violenta-Uno-BiancaBologna Violenta – Uno Bianca (2014)
Spesso dimenticato dai puristi dell’underground, questo album è una piccola gemma noise/grindcore nazionale composta da Nicola Manzan che racconta in musica la tragicità della ben nota banda criminale. Non per tutti ovviamente, ma di spessore qualitativo elevatissimo.

Foto-concerto-brunori-milano-19-febbraio-2018Brunori SAS – A casa tutto bene (2014)
La musica d’autore nazionale trova in questo album un nuovo caposaldo moderno e ben ancorato alla tradizione. L’artista propone un indie pop autorale che gli permetterà di trovare spazio nelle radio e di riempire un tour nei teatri. Ogni tanto anche la qualità riesce ad emergere se adeguatamente proposta alle masse.

foto-concerto-calcutta-latina-21-luglio-2018Calcutta – Evergreen (2018)
Il nuovo it pop nazionale era prepotentemente emerso già nel biennio 2015/16 ma è con questo disco che riesce a porre un punto esclamativo imponente anche nelle classifiche e nel gradimento popolare (disco d’oro e primo posto in classifica lo testimoniano). Calcutta è una delle nuove voci della musica contemporanea, a lui (e ad altri come Coez, Gazzelle e Thegiornalisti) il compito di reggere la prova del tempo e durare fino al prossimo decennio.

calibro-35-milano-2018-recensione-11-febbraioCalibro 35 – Traditori di tutti (2013)
Non è da tutti imporsi all’estero grazie a uno stile fusion e alla rielaborazione di colonne sonore di poliziotteschi italiani. I Calibro non solo ce l’hanno fatta ma sono anche riusciti a farsi conoscere ed apprezzare in Italia, specialmente grazie all’album in questione, il primo senza cover che esalta le venature funk, jazz, blues e rock di un combo di livello assoluto.

caparezza-roma-2018Caparezza – Il sogno eretico (2011)
Tra gli autori nazionali più importanti del ventennio tutto, Michele Salvemini ha ottenuto il successo presso il pubblico mainstream senza snaturarsi e continuando a proporre la visione musicale (un elaborato crossover che su base hip hop innesta rock, funk, pop e molto altro) che lo caratterizza fin dagli esordi. Riuscire a centrare l’obiettivo con praticamente ogni disco pubblicato è roba da premio Nobel per la musica. I dischi di platino ottenuti in serie dal lavoro citato sopra e dai successivi Museica e Prisoner 709 e i tour nei palazzetti sono la migliore dimostrazione di quanto appena esposto.

foto-concerto-earth-day-carmen-consoli-roma-22-aprile-2019Carmen Consoli – Stato di necessità (2000)
Carmen è una delle artiste migliori del panorama italiano del ventennio. L’album citato sopra è il suo più grande successo commerciale (oltre 300.000 copie vendute), e aiuta l’artista a imporsi ancora di più presso il pubblico generalista grazie a brani come L’ultimo bacio e Parole di burro.

cesare-cremonini-milano-san-siro-2018Cesare Cremonini – La Teoria Dei Colori (2012)
Cremonini, dalla Vespa dei Lunapop, matura album dopo album, fino a raggiungere un livello qualitativo eccellente con La teoria dei colori. Da quel momento in poi per Cesare sarà gloria reale, con una scalata in termini di popolarità che non conoscerà rallentamenti, fino a portarlo a riempire gli stadi italiani. La sua vena artistica dovrà sostenere la musica italiana da qui al prossimo ventennio, insieme al coetaneo Tiziano Ferro e ai più giovani Mengoni e Ultimo.

club-dogo-tour-2014-2015Club Dogo – Dogocrazia (2009)
Se il rap italiano ha avuto una diffusione così massiccia e costante, il merito va anche ai Club Dogo, capaci di tradurre in rime e pezzi quanto i giovani volevano ascoltare senza filtri, con le esagerazioni necessarie del genere e con le produzioni adeguate. Gué Pequeno, Jake La Furia e Don Joe da questo momento in poi prendono possesso delle classifiche, anche grazie a una serie di iconici videoclip. Oggi Gué Pequeno è ancora uno dei protagonisti più importanti della scena urban nazionale.

foto-concerto-coez-roma-28-maggio-2019Coez – Faccio un casino (2017)
Il nuovo pop italiano passa obbligatoriamente da questo album, diventato un successo incontrollabile (certificato triplo platino) che ha permesso a Coez di conquistare palazzetti e festival estivi, radunando fan giovani e meno giovani, oltre a lanciare ulteriormente una scena it pop che fermentava da tempo nell’underground.

Cor-veleno-Nuovo-nuovoCor Veleno – Nuovo nuovo (2007)
Il terzo album del gruppo romano, uno dei migliori della scena hardcore hip hop nazionale, esce per Sony e permette a Primo e compagni di raggiungere un pubblico ben più ampio rispetto a prima. Il disco verrà riconosciuto come fondamentale nell’evoluzione del rap nazionale.

Cosmo Roma 2018 scaletta foto concerto 5 aprileCosmo – Cosmotronic (2018)
Cosmo ottiene un grande riconoscimento in termini di popolarità con questo album, che gli permette di proporre il sound elettronico che da sempre lo contraddistingue anche alle masse, portandolo anche a un concerto sold-out svoltosi al Forum di Assago l’anno successivo alla pubblicazione di Cosmotronic.

Concerti Dargen D Amico Nardinocchi tour 2013Dargen D’Amico – Di vizi di forma virtù (2008)
Hip hop contaminato da elettronica e da una forte vena cantautorale: Dargen diventa con questo album uno degli esponenti più rispettati della scena, grazie a un coraggio compositivo notevole e una creatività seconda a nessuno in quel determinato periodo.

Davide Van De Sfroos – Yanez (2011)
Esponente di una scena folk lontana dai lustrini del mainstream, Davide riesce a sfondare e ottenere il disco d’oro con Yanez, suo quinto lavoro e maggior successo per l’artista (certificato disco d’oro). Una testimonianza fondamentale autentica e sentita di un cantante che dopo anni di gavetta riesce anche a partecipare a Sanremo.

foto-concerto-dear-jack-2014Dear Jack – Domani è un altro film (prima parte- 2014)
Tra i fenomeni da talent maggiormente gettonati usciti da Amici di Maria De Filippi, i Dear Jack sbancano con l’album d’esordio vendendo oltre 100.000 copie, seguito da un tour che ha riempito anche il Forum di Assago e il Palalottomatica di Roma. L’abbandono di Alessio Bernabei e l’esaurirsi dell’interesse dell’occasionale pubblico guadagnato in seguito alla partecipazione alla trasmissione televisiva, decreteranno un pesante ridimensionamento del gruppo.

elisa-arena-di-verona-2017-fotoElisa – Soundtrack ’96-’06 (2006)
Una delle voci migliori del ventennio, trova con il raccoltone in oggetto un successo epocale, vendendo oltre 600.000 copie e conquistando il disco di diamante. Elisa è riuscita a creare uno stile riconoscibile e inconfondibile all’interno di un panorama affollato, affermandosi e mantenendo inalterata la propria popolarità presso il grande pubblico.

foto-concerto-elio-e-le-storie-tese-roma-07-maggio-2016Elio e le Storie Tese – Cicciput (2003)
Per molti fan della prima ora, gli anni Duemila nemmeno esistono per una della formazioni maggiormente dotate di talento della storia della musica nazionale. Gli Elii hanno saputo rimanere in equilibrio tra grande pubblico e proposta qualitativa esagerata, proseguendo la loro carriera fino al 2018 e raccogliendo quanto seminato negli anni Novanta.

foto-concerto-emis-killa-12-dicembre-2018Emis Killa – L’Erba Cattiva (2012)
Emis è tra i responsabili maggiori della diffusione del rap italiano presso le masse. Abile freestyler, si afferma da subito con questo esordio (che ottiene il disco di platino) e riesce abilmente a rimanere sempre ad alti livelli grazie a featuring azzeccati e partecipazioni a trasmissioni televisive.

foto-concerto-emma-marrone-milano-25-novembre-2014Emma Marrone – Schiena (2013)
Insieme alla Amoroso, Emma è l’unica altra cantante che è riuscita a esprimersi ad alti livelli dopo essersi affermata nel talent Amici. Il suo terzo album è uscito l’anno dopo la sua vittoria a Sanremo e venderà oltre 150.000 copie e le permetterà di esibirsi nei maggiori palazzetti italiani. Il successivo Adesso (2015) confermerà il suo successo e consoliderà il suo status di protagonista di primo piano della musica leggera nazionale.

ermal-meta-roma-2018Ermal Meta – Vietato Morire (2017)
L’album che lancia definitivamente la carriera solista di Ermal Meta (già compositore e apprezzato autore) esce nel 2017. L’anno successivo l’artista vince il Festival di Sanremo insieme a Fabrizio Moro e lancia un tour che lo porta due volte a riempire il Forum di Assago.

foto-concerto-eros-ramazzotti-treviso-13-marzo-2016-checchetto-Eros Ramazzotti – 9 (2003)
Eros è una delle star maggiori della storia della musica italiana. Protagonista sin dagli Ottanta, è riuscito a mantenere inalterato il proprio status da protagonista e, anzi, incrementarlo grazie a pubblicazioni come quella in oggetto, capace di vendere oltre 2 milioni di copie in tutto il mondo. Un rappresentante indiscutibile della tradizione pop nazionale.

foto-concerto-fabi-silvestri-gazze-roma-18-novembre-2014Fabi Silvestri Gazzè – Il padrone della festa (2014)
Tre protagonisti della scena italiana del ventennio uniscono le forze per dar vita a un progetto emozionante e manifesto della loro abilità come cantautori. L’album diventa disco di platino ed è il giusto riconoscimento per i contributi qualitativi che i tre hanno da sempre fornito alla nostra musica. La collaborazione inoltre aiuterà le rispettive carriere soliste dei Nostri, rilanciandole ulteriormente verso nuove vette di popolarità.

Capodanno 2018 Fabri FibraFabri Fibra – Tradimento (2006)
Figura imprescindibile del rap italiano, Fibra è il deus ex machina dello sfondamento dell’hip hop in classifica e presso il grande pubblico. Il suo primo album su major sublima lo stile senza compromessi dell’mc e sdogana le tematiche tipiche della scena. Il successo non si fermerà praticamente più da quel momento e, anzi, aumenterà ulteriormente all’indomani della pubblicazione di Controcultura (2010).

fabrizio-moroFabrizio Moro – Pensa (2007)
Dopo il successo ottenuto a Sanremo, Moro raccoglie un disco di platino con il suo terzo album in studio, cementando il proprio status che migliorerà ancora verso fine ventennio con la collaborazione con Ermal Meta e un tour nei palazzetti italiani.

foto-concerto-fedez-roma-5-aprile-2019Fedez – Pop-hoolista (2014)
L’ascesa di Fedez come musicista e personaggio pubblico ha avuto dell’incredibile. In meno di un lustro, è passato dall’essere un rapper underground a una delle personalità social più cercate a livello pubblicitario. Pop-hoolista viene pubblicato da Newtopia, società costituita da J-Ax e Fedez che ha a sua volta cambiato il modo di gestire la discografia contemporanea. Migliaia di dischi venduti, palazzetti pieni, streaming e record infranti a una velocità folle. Il futuro per la verità è ancora da scrivere (e non è nemmeno detto riguardi ancora la musica), con la certezza di essere stato, piaccia o meno, determinante nel modificare i gusti di una larga parte di ascoltatori di musica generalista.

Foto-concerto-finley-milano-12-gennaio-2019Finley – Tutto è possibile (2006)
In un determinato momento, i giovani andavano giù di testa per il pop punk e le chitarre. L’ultima intuizione geniale di Cecchetto si chiama Finley. Il loro album vende più di 130mila copie e i ragazzi diventano onnipresenti in trasmissioni tv e in radio. Il loro successo a dire il vero sarà pesantemente ridimensionato, ma la band non smetterà di fare rock e musica onesta, confermando che quanto ottenuto non fosse stato certo stabilito a tavolino.

francesco-gabbani-milano-2017-fotoFrancesco Gabbani – Megallano (2017)
Tra gli autori maggiormente creativi, Gabbani ha saputo innovare su disco, su palco e anche al Festival di Sanremo, provando a svecchiare il pop classico contaminandolo con sonorità dance e rock senza compromessi. Coraggioso e decisamente all’avanguardia.

Francesco Motta – La fine dei vent’anni (2016)
Tra i “nuovi” cantautori più quotati attuali, Motta riveste un ruolo di primaria importanza. Con questo primo album, l’artista pone le basi per una carriera in continua crescita, cosa confermata dalla Targa Tenco ottenuta per il secondo disco in studio due anni dopo.

Max Renga Nek Roma 2018 foto concerto 4 aprileFrancesco Renga – Tempo reale (2014)
Gli orfani dei Timoria non perdoneranno mai a Renga di aver tradito la causa del rock. A dire il vero Francesco non aveva mai fatto alcun giuramento, decidendo in tempi non sospetti di volersi dedicare a una carriera diversa. Le sonorità pop progressivamente abbracciate dal 2000 in poi, lo portano a conquistare Sanremo nel 2005 e a incidere diversi dischi dal buon successo commerciale. Tempo reale è il manifesto del Renga attuale, certificato disco di platino e contenente anche alcune chicche nascoste che lo legano al suo passato rock come la conclusiva Mai.

Frankie Hi-nrg mc – Ero un autarchico (2003)
Classe 1969, Frankie è tra i maggiori esponenti della scena hip hop nazionale. L’artista riesce a emergere con il precedente La morte dei miracoli (1997), di cui conferma la qualità con l’album del 2003 (sebbene non all’altezza del buonissimo predecessore). Da sempre schierato e politicamente impegnato, l’mc è rispettato e stimato anche da artisti da lui musicalmente molto lontani.

Concerti-Gemelli-Diversi-Tour-2013Gemelli DiVersi – Fuego (2002)
Il pop che sembra rap dei Gemelli conquista maree di giovani grazie a Mary e un album che vende oltre 250mila copie. Strano, Thema, Grido e THG diventano uno degli act di riferimento contemporanei.

Gente-Guasta-Quinto-PotereGente Guasta – Quinto Potere (2001)
Fece molto rumore nell’underground il secondo di Esa (o meglio, El Presidente) e Polare, che pubblicarono un disco ricco di collaborazioni (Tormento, Dj Tayone, DJ Zak, Dj Double S e La Pina). Una chicca da riscoprire specialmente alla luce del successo ottenuto dal rap italiano negli ultimi anni.

Foto-concerto-ghali-milano-29-ottobre-2018Ghali – Album (2017)
L’arrivo di Ghali al grande pubblico è stato preceduto da una serie di clip apparse su YouTube. I singoli che lanciano il disco stabiliscono un record dopo l’altro su Spotify. L’album otterrà tre dischi di platino e posizionerà Ghali tra gli artisti maggiormente importanti dell’emergente scena rap e trap nazionale.

Ghemon-Gilmar-Qualcosa-e-CambiatoGhemon/Gilmar – Qualcosa è Cambiato (2012)
Ghemon chiude una prima fase con un album che preannuncia un nuovo corso. A fargli compagnia troviamo anche Clementino, Mistaman e Mecna, in un disco che lo conferma leader della scena conscious rap.

foto-concerto-gianna-nannini-roma-13-aprile-2016Gianna Nannini – Grazie (2006)
Sembra incredibile ma la Gianna non era mai stata prima in classifica. Ci riesce, finalmente, con un album che vende più di mezzo milione di copie e che le permette di ottenere i giusti riconoscimenti dal grande pubblico. Anche la raccoltona del 2007 le regalerà un altro disco di diamante e le sue tournèe nei palazzetti saranno praticamente sempre sold-out.

foto-concerto-giorgia-roma-16-maggio-2019Giorgia – Greatest Hits (2002)
La raccolta celebrativa dei suoi più grandi successi permette a Giorgia di vendere oltre un milione di copie e di confermarsi tra le migliori voci italiane in circolazione. Ancora oggi la sua voce è tra le più distintive e apprezzate dal grande pubblico, che continua a seguirla numerosa in occasione della pubblicazione di album da studio e quando parte in tour.

giusy-ferreri-tour-2016-concertiGiusy Ferreri – Gaetana (2008)
Dopo aver partecipato alla prima edizione di X Factor, Giusy disintegra ogni record immaginabile con i singoli e il suo album Gaetana, vendendo oltre 500.000 copie. Tiziano Ferro è produttore artistico del disco e il successo di Giusy è travolgente. Non reggerà negli anni ma inciderà ancora un paio di tormentoni estivi (Roma-Bangkok con Baby K e Amore e capoeira con Takagi & Ketra e Sean Kingston) che venderanno tantissimo.

home-festival-2016-i-caniI Cani – Aurora (2016)
Il progetto musicale di Niccolò Contessa fa il botto con questo album, raccogliendo quanto seminato negli anni precedenti. Anche la televisione si accorge di loro e in generale questo è il preludio al successo che arriverà di lì a breve per artisti come Calcutta e Thegiornalisti.

Il Teatro Degli Orrori – Dell’impero delle tenebre (2007)
In un determinato momento dei Duemila, la crescita della band di Capovilla, dei 3ARM e altri discepoli di un sound alternative aveva illuso molti nostalgici di aver ritrovato l’epoca in cui si affermarono una decina d’anni prima Afterhours e Marlene Kuntz. Non sarà così, ma il valore di un album come l’esordio del Teatro degli Orrori resisterà alla prova del tempo.

Il Volo – Il Volo (2010)
Unire la tradizione lirica italiana al pop è stata un’intuizione che ha portato i tre ragazzi de Il Volo a esibirsi in tutto il mondo davanti a folle parecchio numerose. Se in Italia inizialmente in molti hanno storto la bocca, i risultati di vendita del gruppo hanno lasciato poco spazio al dissenso. Il loro esordio vende oltre 500.000 copie negli States ed è certificato platino e oro in diversi altri paesi.

FOTO-CONCERTO-IRENE-GRANDI-MILANO-25-MAGGIO-2015Irene Grandi – Irek (2001)
Già attivissima nei Novanta, Irene ha consolidato il proprio status nei Duemila ottenendo il disco di platino praticamente per ogni album pubblicato nel decennio. Irek è una raccolta con un celebre inedito (Per fare l’amore) e altre sue grandi hit.

core-festival-2019-j-ax-articolo-31 (2)J-Ax – Di sana pianta (2006)
Benché non sia esattamente tra gli album preferiti dallo stesso Ax, questo disco rilancia la carriera solista dell’ex Articolo 31 e inaugura il periodo “rap’n’roll” che consentirà all’artista di ottenere un successo clamoroso, culminato con l’avventura condivisa con Fedez nell’album Comunisti col Rolex.

jovanotti-cambiamenti-lookJovanotti – Safari (2008)
Uno dei pochi veri dominatori dei Duemila. Lorenzo raccoglie quanto seminato nei Novanta e in Safari si proietta definitivamente verso il grandissimo pubblico, quello degli stadi e dei super raduni di massa. La sua musica non conosce confini e ha oramai al proprio interno in egual misura pop, elettronica, funk, rock, world music e hip hop. Safari in Italia venderà più di mezzo milione di copie.

Foto-concerto-lacuna-coil-milano-15-novembre-2018Lacuna Coil – Comalies (2002)
Per quanto possa sembrare merce rara, in Italia la scena metal non è mai stata così viva e così di valore come negli ultimi anni (per dettagli vedere alla voce Destrage, Fleshgod Apocalypse, Hour Of Penance per citare i più moderni ma anche i Rhapsody Of Fire dei primissimi Duemila). Il successo dei Lacuna Coil in America sarà dirompente: Comalies venderà oltre 300.000 copie negli States e stabilirà Cristina Scabbia e compagni quale forza trainante della scena gothic internazionale.

foto-concerto-laura-pausini-roma-11-giugno-2016Laura Pausini – The Best of Laura Pausini – E ritorno da te (2001)
Una star internazionale assoluta e portavoce dell’Italia in tutto il mondo. Laura ha saputo costruirsi una solida credibilità a colpi di tour sold-out e milioni di dischi venduti in ogni paese. Ha vinto dei Grammys ed è stata la prima donna italiana a suonare a San Siro (nel 2007). La raccolta in questione ha smerciato oltre 5 milioni di copie ed è solamente uno dei tanti successi ottenuti dalla Pausini negli ultimi vent’anni.

Le Luci della Centrale Elettrica date concerti 2018Le luci della centrale elettrica – Canzoni da spiaggia deturpata (2008)
L’indie pop/folk di Vasco Brondi è stato anticipatore di molti altri artisti del decennio successivo. In equilibrio tra lo stile di Rino Gaetano e con chiari riferimenti lirici a Giovanni Lindo Ferretti, la musica si basa sulla chitarra acustica dell’artista e dagli inserti noise rock di Giorgio Canali, che figura anche tra i produttori del lavoro.

Foto-concerto-le-vibrazioni-milano-26-marzo-2019Le Vibrazioni – Le Vibrazioni (2003)
L’immenso successo di Sarcina e compagni deborda nel 2003 dopo il primo album che contiene le famosissime canzoni Dedicato a te e Vieni da me, grazie a un sound perfettamente a cavallo tra rock e pop. Oltre 300.000 copie e una serie di live che cementano la loro fan base. Il successivo venderà altre 100.000 copie.

Levante Roma 2018 foto concerto 8 marzoLevante – Manuale distruzione (2014)
Tra le nuovi voci della musica leggera contemporanea, quella di Claudia Lagona è decisamente tra quelle su cui fare sicuro affidamento per gli anni a venire. Il suo esordio scuote la scena, imponendola come nuova sensazione underground. La sua maturazione la porta in televisione (X Factor) e poi a collaborare con artisti di primo piano.

liberato-concerto-lungomare-napoli-9-maggioLiberato – Liberato (2019)
E’ indubbiamente un progetto circondato da un hype stellare, senza che ancora si conosca la vera identità dell’artista napoletano. Le canzoni del suo primo album sono accompagnate da altrettanti video legati tra di loro che danno vita a una sorta di serie tv in musica. Negli anni a venire se ne parlerà parecchio.

scaletta-ligabue-campovolo-2015Ligabue – Nome e Cognome (2005)
Liga ha dominato la seconda metà dei Novanta e la musica non cambia nemmeno nei Duemila. L’album in questione venderà oltre 500.000 copie ed esce praticamente in contemporanea al primo leggendario evento a Campovolo. Luciano tornerà negli stadi l’anno successivo e continuerà a rimanere un riferimento nella scena rock italiana nel decennio successivo.

linea-77-milano-2019Linea 77 – Too Much Happiness Makes Kids Paranoid (2000)
Uscito in origine due anni prima, l’album venne stampato dalla Earache Records nel 2000, che decise di distribuirlo in tutto il mondo. Un album crossover e nu-metal dal respiro internazionale, che trasmette tutta la grinta e la passione della band italiana, un discreto cimelio da custodire nella memoria collettiva.

luca-carboni-roma-2018Luca Carboni – Fisico & politico (2013)
Figura fondamentale nel cantautorato a cavallo di Ottanta e Novanta, Carboni sublima la propria carriera influenzando pesantemente le nuove leve it-pop, e celebrando in questo disco (che sarà certificato oro) i suoi più grandi successi insieme ad altri grandi nomi della scena nazionale.

ludovico-einaudi-piano-articoLudovico Einaudi – Divenire (2006)
Il pianista italiano si è imposto all’attenzione di una platea internazionale grazie ad album come Divenire, capace di vendere 300.000 copie in tutto il mondo. Un gioiello nel genere della musica classica contemporanea.

Foto-concerto-malika-ayane--milano-5-dicembre-2018Malika Ayane – Grovigli (2010)
Una delle migliori voci degli anni Dieci, Malika ha saputo ritagliarsi il proprio spazio all’interno della scena contemporanea. L’album in questione è il suo maggiore successo commerciale, capace di vendere oltre 100.000 copie.

foto-concerto-maneskin-14-dicembre-2018 Måneskin – Il ballo della vita (2018)
Usciti da X Factor con la benedizione di Manuel Agnelli, i Måneskin sono riusciti nell’impresa di riempire a ripetizione i club italiani e a ottenere una certificazione doppio platino in pochissimo tempo per il loro primo album suonando un rock venato di funk e denso di ritmi coinvolgenti. A loro il compito di rimanere nel tempo, confermando le buone impressioni destate dai concerti su palchi importanti.

foto-concerto-mengoni-22-novembre-2016-padovaMarco Mengoni – #PRONTOACORRERE (2013)
Marco è stato tra i poch(issimi)i ad aver saputo sfruttare la ribalta mediatica offerta da X Factor. Dopo aver vinto l’edizione 2009, è riuscito a imporsi anche a Sanremo e a forgiare il proprio stile a partire dall’album in oggetto, capace di vendere oltre 150.000 copie. Grazie a un’intensa attività live, Mengoni è riuscito a diventare uno dei principali interpreti della musica leggera nazionale, riempiendo a ripetizione i palazzetti del nostro paese.

Mario Biondi – If (2009)
Una voce unica che riesce a giostrarsi agevolmente tra soul, jazz e pop d’autore. Biondi con If vende oltre 180.000 copie e si afferma come interprete unico all’interno di un panorama nazionale che raramente ha premiato voci così particolari.

foto-concerto-marlene-kuntz-roma-09-febbraio-2017Marlene Kuntz – Che cosa vedi (2000)
Come per gli Afterhours, i Duemila servono ai Marlene per consolidare il proprio ruolo tra le band guida dell’alternative rock italiano. La fusione tra noise e melodie prosegue e l’album viene anche certificato disco d’oro vendendo oltre 50.000 copie.

foto-concerto-marracash-gue-pequeno-roma-18-febbraio-2017Marracash – Marracash (2008)
Marra è una delle star assolute della scena hip hop nazionale contemporaneo, insieme a Fibra, Gué e Salmo. Il suo disco solista di debutto stabilisce le coordinate per le sue prossime release e vede i featuring di artisti come Vincenzo da Via Anfossi & Jake La Furia, Gué Pequeno & J-Ax.

max pezzali milano 2016 recensione-foto 14 luglioMax Pezzali – TuttoMax (2005)
Dopo aver dominato i Novanta con gli 883, Max continua a portare il suo verbo anche nei Duemila. La super raccolta in questione diventa disco di diamante e permette a Pezzali di lanciare nel migliore dei modi la sua carriera solista (già inaugurata un anno prima con Il mondo insieme a te).

mina-celentano-le-migliori-nuovo-album-2016Mina, Celentano – Le migliori (2016)
Un successo clamoroso il ritorno di due nomi leggendari della musica italiana del Novecento. Le migliori vende oltre 350.000 copie, dimostrando che il Paese rimane inevitabilmente ancorato alle emozioni del passato. Tra gli autori dei pezzi troviamo Riccardo Sinigallia, Andrea Mingardi, Mondo Marcio, Toto Cutugno e Francesco Gabbani.

Ministri Roma 2018 foto concerto 29 giugnoMinistri – Tempi Bui (2009)
Il secondo album dei Ministri permette alla band di Davide Autelitano, Federico Dragogna e Michele Esposito di aumentare la propria esposizione al pubblico. La proposta oscilla tra vari generi, basandosi su alternative e post-hardcore senza disdegnare incursioni in territori più easy listening. Dal vivo il combo impone il proprio sound impattante che scatena e galvanizza i propri fan.

Modà – Viva i romantici (2011)
I Modà esplodono sulla scena nazionale con il loro sesto album, con un disco che vende oltre 450.000 copie e permette a Kekko e compagni di raggiungere il grande pubblico. Da quel momento la band si esibisce nei palazzetti e successivamente arriva fino a riempire gli stadi.

foto-concerto-mondo-marcio-roma-10-aprile-2019Mondo Marcio – Solo un uomo (2006)
Nell’anno in cui l’hip hop italiano esplode, Mondo Marcio incide il suo secondo album su Virgin/EMI, vende oltre 80.000 copie e il suo rap diventa tra i più riconoscibili del periodo. Dentro alla scatola è il pezzo più ripreso e proposto sui grandi network. Il suo contributo all’espansione della scena viene confermato un anno dopo anche da Generazione X.

Foto-concerto-neffa-milano-20-marzo-2014Neffa – Sognando contromano (2009)
Nonostante abbia abbandonato il genere nel tempo, Neffa è una delle entità maggiormente rispettate del rap italiano. Dopo l’esperienza nei Sangue Misto e l’ottimo 107 Elementi di fine Novanta, l’artista conferma la propria abilità artistica virando verso il pop e la world music, ottenendo un disco d’oro con il disco in oggetto e incidendo altri singoli di successo (come Molto calmo, Quando sorridi e Dove sei) nel 2013.

NEGRAMARO-MILANO-2018Negramaro – Mentre tutto scorre (2005)
La doppietta Mentre tutto scorre / La finestra permette ai Negramaro di diventare delle superstar pop-rock della musica italiana nel giro di un paio d’anni. Il successo rimane intatto a molti anni di distanza e dischi di diamante, platino e i tour negli stadi ne sono la naturale e ovvia conferma.

negrita-milano-2018-foto-14-aprileNegrita – L’uomo sogna di volare (2005)
Il sound sanguigno dei Negrita si contamina di elementi latini e vira verso il folk. L’album è un successo e inaugura una nuova fase di carriera per la band, una delle istituzioni nazionali del rock. Anche il successivo HELLdorado (2008) confermerà la ritrovata vena compositiva e i successi ottenuti col precedente disco.

Max Renga Nek Roma 2018 foto concerto 4 aprileNek – La vita è (2000)
Già protagonista nei Novanta, Nek riesce a incrementare ulteriormente il proprio successo come cantante di spicco della musica leggera italiana anche nei Duemila, grazie a dischi come La vita è, Le cose da difendere e Una parte di me, tutti capaci di vendere oltre 200.000 copie ciascuno.

Nina-Zilli-Milano-2017-foto-concerto-18-ottobreNina Zilli – Sempre lontano (2010)
Una delle voci soul migliori del panorama italiano, irrompe sulle scene grazie al suo primo album, trainato dai singoli di successo 50mila e L’uomo che amava le donne. La sua presenza fisica e la sua abilità la porteranno negli anni successivi anche a partecipare a programmi televisivi.

foto-concerto-noyz-narcos-roma-11-gennaio-2019Noyz Narcos – Non dormire (2005)
Il debutto di Noyz segna la scena capitolina e il rap italiano, permettendo all’artista di rimanere tra i protagonisti assoluti del genere fino ai giorni nostri (Enemy del 2018 è stato certificato disco di platino). Non dormire è una gemma di rap hardcore senza compromessi, che mette in mostra le abilità del membro del collettivo TruceKlan.

Offlaga-Disco-Pax-socialismo-tascabileOfflaga Disco Pax – Socialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione – 2005)
Un gioiello rurale di elettronica lo-fi, post rock e nostalgica new wave: l’esordio degli Offlaga rimane posizionato nei migliori dischi della discografia italiana di qualità dei Duemila. Il tour a supporto dell’album durerà oltre un anno e mezzo.

Piero Pelù Elio E Le Storie Tese concertoPiero Pelù – Né buoni né cattivi (2000)
Lasciando molti fan dei Litfiba scioccati per lo split con Ghigo, Piero Pelù ritrova subito un successo di massa travolgente con il suo nuovo disco solista, vendendone oltre 300.000 copie grazie a singoli come Io ci sarò, Bomba Boomerang e Toro Loco. Poco incline a troppi compromessi sonori, Piero ritornerà verso il rock e alla reunion con i Litfiba verso la fine del primo decennio dei Duemila.

Planet Funk nuovo singolo save the childrenPlanet Funk – Non Zero Sumness (2002)
Tra rock elettronico, dance, house e synth pop, i Planet Funk hanno rappresentato una notevolissima eccezione nel panorama italiano. Nel tempo hanno collaborato con band come i Simple Minds e top act italiani come Jovanotti, Elisa ed Emma.

foto-pooh-milano-concerto-22-dicembre-2016Pooh – Beat ReGeneration (2008)
Uno dei gruppi più importanti della storia della musica italiana, i Pooh hanno continuato a vendere album anche nei Duemila. La loro uscita maggiormente significativa è quella in cui re-interpretano alcuni classici dell’epoca beat, contenente anche versioni eccezionali di La casa del sole e Un ragazzo di strada. La loro carriera si concluderà trionfalmente negli stadi nel 2016, dopo cinquant’anni di carriera.

Foto-concerto-salmo-milano-30-marzo-2019Salmo – The Island Chainsaw Massacre (2011)
Il numero uno assoluto del rap italiano di fine ventennio. Salmo ha saputo crescere continuamente album dopo album, aumentando il proprio seguito imponendo sempre e comunque la sua visione, senza alcuna concessione al mercato. L’esordio rimane inarrivabile a livello qualitativo, ricco di elementi crossover che contaminano l’hip hop con drum and bass e musica metal. Anche il successivo Death USB rimane validissimo mentre la definitiva consacrazione commerciale arriverà con Midnite del 2013. Playlist (2018) venderà oltre 150.000 copie.

samuele bersani roma 2017 recensione 21 febbraioSamuele Bersani – Che vita! Il meglio di Samuele Bersani (2002)
Uno dei cantautori italiani maggiormente apprezzati, vende oltre 150.000 copie con un raccoltone celebrativo che inaugura un ventennio che lo vedrà raccogliere molti riconoscimenti, tra cui due targhe Tenco per l’album del 2003 intitolato Caramella smog.

sfera-ebbasta-roma-2018Sfera Ebbasta – Rockstar (2018)
Il trionfo della trap in Italia è parallelo all’affermazione di Sfera, capace anche di finire nelle playlist statunitensi grazie a una cura della produzione dei beat senza pari. A prescindere dal gradimento del pubblico, l’artista incarna la tendenza del momento e riesce a farsi ascoltare da un numero impressionante di giovani e giovanissimi. L’album in questione venderà oltre 200.000 copie.

Foto-concerto-subsonica-milano-19-febbraio-2019Subsonica – Terrestre (2005)
La band si conferma fondamentale per la scena rock elettronica italiana anche nei Duemila. Terrestre vende oltre 100.000 copie e i loro album successivi come Eden ed Una nave nella foresta raccoglieranno ulteriori consensi unanimi di pubblico e critica.

migliori-concerti-2017-fotoThe Bloody Beetroots – Hide (2013)
Sir Bob Cornelius Rifo è più conosciuto all’estero che nel nostro paese. Capace di imporsi come entertainer di primo piano, ha collaborato con artisti come Paul McCartney, Tommy Lee, Steve Aoki e molti altri, contaminando la sua proposta elettronica con elementi hard rock, dance e synth pop. E’ passato anche a Sanremo, conquistando un inaspettato secondo posto insieme a Raphael Gualazzi.

kolors-milano-2018-foto-10-marzoThe Kolors – Out (2015)
Dopo aver vinto Amici e sfruttando l’abilità e la notevole presenza fisica del frontman Stash, i Kolors sono stati capaci di vendere oltre 200.000 copie con il secondo album, pubblicato durante la loro partecipazione al talent, e di suonare praticamente ovunque. Il loro travolgente successo si è però affievolito negli anni successivi.

Zen Circus Roma 2018 foto concerto 4 maggioThe Zen Circus – Andate Tutti Affanculo (2009)
Si tratta del primo album cantato interamente in italiano da una delle band indie rock più rilevanti dei Duemila in campo underground. La loro proposta spazia dal punk al folk, da rimandi a Rino Gaetano fino alle melodie dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

foto-concerto-thegiornalisti-21-novembre-2018Thegiornalisti – Completamente sold-out (2016)
Il successo più clamoroso successivo allo sdoganamento della scena indie e it-pop degli ultimi anni viene raccolto dai Thegiornalisti. Tommaso Paradiso diventa personaggio che va oltre i confini della musica e i tour della sua band raccolgono un numero di fan sempre maggiore. L’album in questione e il successivo Love vendono insieme oltre 100.000 copie.

foto-concerto-tiromancino-roma-28-ottobre-2016Tiromancino – In continuo movimento (2002)
La band di Federico Zampaglione trova il successo di massa nei primissimi anni dei Duemila, grazie a dischi come La descrizione di un attimo e il qui presente In continuo movimento, capaci entrambi di essere certificati platino e di vendere ciascuno oltre 100.000 copie.

tiziano-ferro-milano-2017Tiziano Ferro – L’Amore E’ Una Cosa Semplice (2011)
Uno dei dominatori indiscussi del ventennio, capace di fare tour lunghissimi e vendere migliaia di dischi in tutto il mondo. L’album in questione è quello della svolta definitiva in termini di sound e che gli permetterà da qui a pochi anni di esibirsi con regolarità negli stadi.

tre-allegri-ragazzi-morti-milano-2019Tre Allegri Ragazzi Morti – La seconda rivoluzione sessuale (2007)
In un determinato periodo storico Teatro degli Orrori, 3ARM e Verdena erano sulla bocca di tutti gli alternativi italiani. Con questo disco, il quinto in studio della band di Toffolo, il gruppo raggiunge la piena maturità, allargando il proprio spettro sonoro indie e punk fino ai confini del folk.

ultimo-roma-21-maggio-2019Ultimo – Colpa delle favole (2019)
Insieme a Cesare Cremonini, Tiziano Ferro e Marco Mengoni, è sicuramente il più giovane esponente della musica leggera italiana su cui si concentrano le maggiori attenzioni. Esploso sul mercato grazie a un trittico di album dal successo clamoroso (Pianeti del 2017, Peter Pan del 2018 e il qui presente Colpa delle favole), Ultimo riesce a imporsi anche a un pubblico più “maturo” grazie a due Sanremo consecutivi, dove vince tra i giovani e arriva secondo (tra le polemiche) l’anno successivo.

Vacca-VHVacca – VH (2004)
Lasciando da parte i dissing con Fibra degli ultimi anni, Vacca è stato un esponente importante della scena rap italiana nei primi anni di vera popolarità del genere in Italia. La sua proposta contaminata da reggae e dancehall esalta la sua unicità come mc. Sul disco ci sono tra gli altri anche i featuring di Jake la Furia, Maxi B, Kuno e Jack The Smoker.

VASCO-MILANO-2019Vasco Rossi – Buoni o cattivi (2004)
La leggenda rock italiana riesce a rimanere sulla cresta dell’onda anche nel nuovo millennio, rinvigorendo la propria tradizione nell’ultimo lustro del ventennio con una serie di tour live esagerati e (come sempre) seguitissimi. Buoni o cattivi è stato il disco più venduto del 2004, con oltre un milione di copie smerciate nei negozi.

Foto-concerto-verdena-milano-09-novembre-2015Verdena – Requiem (2007)
Tra le band alternative di maggior caratura espresse dall’Italia nei Duemila, spetta ai Verdena una posizione di primissimo piano. Requiem è probabilmente il loro album più riuscito e completo, forte dei ben noti rimandi grunge, uniti a psichedelia, suoni acidi, distorsioni fuzz e anche inaspettati momenti intimisti.

Foto-concerto-vinicio-capossela-milano-29-giugno-2016Vinicio Capossela – Ovunque Proteggi (2006)
Personalità fuori dagli schemi, Capossela riesce nell’impresa di vendere oltre 80.000 copie di un album non certo immediato e semplice per le masse. Ovunque proteggi è la sua opera migliore, un cantautorato folk che va oltre gli schemi e lo impone come artista di riferimento di una scena intera.

foto-concerto-zucchero-bologna-13-marzo-2018Zucchero – Shake (2001)
Fly vende oltre 2 milioni di copie ed è l’ennesimo successo di uno degli artisti italiani più conosciuti e apprezzati al mondo di ogni tempo. Zucchero prosegue la sua inimitabile carriera in costante equilibrio su blues e pop rock di qualità, fatto di contaminazioni e di collaborazioni con personalità (in questo caso) come John Lee Hooker e Isaac Hayes.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI