Onstage
casamika

Stasera CasaMika, il ritorno: nuove anticipazioni sull’edizione 2017

Cosa ti inventi quando la tua trasmissione, una novità assoluta per i format televisivi ai quali siamo stati abituati, ha avuto alla sua prima edizione un successo strepitoso? Stasera CasaMika è riuscita a superare ogni aspettativa lo scorso anno, con un format innovativo che ha funzionato perché il motore che lo ha fatto partire romba come pochi. Il One Man Show di Mika ritorna sul piccolo schermo martedì 31 ottobre: 2:40 di programma trasmesso in prima serata su Rai2, che incuriosisce anche chi non è stato spettatore della prima edizione.

Ilaria Dallatana, direttore uscente di Rai2, ha raccontato in conferenza stampa – insieme al nuovo direttore Andrea Fabiano – l’iter che ha portato all’introduzione di alcune novità nel programma. “Che cosa possiamo fare di meglio? Di diverso?”, ci si è chiesti. Il rischio di annoiare lo spettatore medio con un format identico a quello di partenza era dietro l’angolo ed è stato il primo ostacolo da arginare. Stasera CasaMika è riuscito a tirare fuori qualcosa di nuovo dalla nuvola di idee che affollano la mente di Mika. Obiettivo raggiunto perché “c’è un pezzo di Rai che sa fare squadra”. E la squadra di CasaMika si è divertita a contaminare i generi, provando a fare qualcosa che non era mai stato fatto prima.

Quest’anno saranno in pista insieme a Mika la travolgente Luciana Littizzetto e Gregory, attore teatrale inglese e amico d’infanzia dell’artista. La vera novità del programma sarà, tuttavia, la commistione tra la trasmissione vera e propria – con i suoi momenti di musica, divertimento e grandi artisti nazionali e internazionali – e una fiction intitolata “Il Ragazzo Che Viene Dal Futuro”, nata da un’idea di Mika e del regista Ivan Cotroneo. La fiction sarà ambientata nel 1967, una scelta cosciente se pensiamo a quanto sia stata importante la TV in quegli anni.

Alla domanda “Affronterai temi sociali durante il programma?”, Mika ha risposto che la sua volontà è quella di “proteggere la libertà della voce pura. La libertà di parlare delle cose che sono importanti. È un tema sociale? No. È un tema umano”. Ci ha tenuto poi a sottolineare che in questa trasmissione “c’è un sentimento di squadra e di famiglia che non c’è mai stato in uno show”. C’è naturalezza e c’è spontaneità perché si tratta di uno show dove se succedono degli imprevisti, va bene lo stesso.

Mika percorrerà (come lo scorso anno) il nostro Paese, partendo dalla Sardegna, dove trascorrerà un giorno intero con un pastore. Poi andrà in giro con il suo taxi per Napoli, Firenze, Milano e Bari, parlando con persone comuni e raccontando le loro storie. “Dove c’è l’opportunità di fare qualcosa di bello, io seguo l’opportunità. L’importante è che ci sia sempre la musica, perché è l’unica cosa che mi pulisce. Mette il mio cervello in ordine”.

Mika è una star pienamente consapevole delle sue potenzialità e doti artistiche. Si definisce lui stesso “pop e alternativo” ed è proprio da questa sua filosofia che parte questa nuova edizione. Gli ascolti non lo spaventano, non sono di certo la sua ossessione. “Abbiamo messo insieme dei pezzi sorprendentemente belli. Ma anche rischiosi”, ha aggiunto Ilaria Dallatana. Ma la voglia di far bene e di mostrare al pubblico qualcosa di nuovo ha superato qualsiasi timore.

E così che inizia questo nuovo show, con un trascinatore del tutto fuori dall’ordinario che vuole raccontare tante belle storie e costruire, insieme ai suoi ospiti, qualcosa che non è mai stato visto prima.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI