Onstage
Cesare Cremonini tour 2018 anticipazioni

Cesare Cremonini anticipa qualcosa sul tour 2018 negli stadi

Grande momento per Cesare Cremonini, che si prepara al tour negli stadi 2018 e all’uscita del nuovo singolo Kashmir Kashmir, estratto dall’album Possibili scenari uscito lo scorso novembre.

Intervistato in diretta radiofonica su Radio Rai 1, il cantautore bolognese ha commentato un po’ sull’album: “I possibili scenari del mio disco raccontavano una visione multipla. Non si è mai scritto così tanto in questo periodo, possiamo leggere migliaia di pareri però manca chi argomenta. Diciamo un sacco di cose però non sappiamo davvero cosa stiamo dicendo. Si va a pregiudizi, a sensazioni” ha detto Cesare Cremonini, aggiungendo poi che il suo disco sta fiorendo piano piano, canzone dopo canzone.

Naturalmente ha parlato anche del nuovo singolo Kashmir Kashmir, da lui definito una sfida con gli occhi (e le orecchie) al Lucio Battisti degli anni 70. Battisti è sempre stato uno dei principali ispiratori del cantautore. “Le canzoni avevano un ritmo ballabile e movimentato. Lui si era dato l’obiettivo di riuscire a far combaciare l’intelligenza dei suoi testi con sonorità e ritmo”. L’idea di promuovere una canzone come questa, che si balla, è divertente ma ha un sottotesto che parla di una tragedia, è stata già di per sé molto particolare.

Cesare Cremonini ha poi comunque spiegato che il suo rapporto con i fan è molto stretto per un motivo preciso: “Tutte le canzoni sono molto più belle quando incontrano il pubblico” ha detto il cantautore. “Finché non esce una canzone e il pubblico non la sta apprezzando, non riconosco il suo valore. Le canzoni si sviluppano attraverso l’incontro con gli altri”.

L’ultima domanda sul tour (qui se volete vincere i biglietti per assistere ai suoi concerti) ha chiarito le idee già limpide di Cesare Cremonini: “Innanzitutto voglio che sia un grande concerto, non una festa, non un’autocelebrazione delle mie doti. Vorrei che fosse un concerto di musica, ho lavorato perché fosse molto musicale. Si percepirà immediatamente questa cosa, perché sono uno dei musicisti della band. Non è così tipico in Italia”.

Arianna Galati

Foto di Cristina Checchetto

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI