Onstage

Ernia chiude il tour in bellezza all’Alcatraz di Milano

Un vero e proprio bagno di flow quello di Ernia all’Alcatraz di Milano. Nella data di chiusura del Sessantotto Tour, Ernia si è presentato sul palco della venue milanese in forma smagliante, regalando ai presenti due ore intense di rap made in QT.

Sono le 21:40 quando Ernia prende possesso del palco. L’apertura dello show è dedicata proprio al suo quartiere, QT8. King QT scalda il pubblico e da lì in poi nessuno ha più smesso di saltare, fino all’ultima canzone. «La mia è una poetica diversa da quella dei rapper di strada. Anche se quello di cui parlo fa comunque parte della strada. A chi non è mai successo di essere tradito?». Così Ernia anticipa Lei no (Il Tradito), che precederà uno dei momenti topici della serata, quello del primo ospite: per Tradimento (Il Traditore) è Mecna a raggiungere Ernia sul palco. I due si congedano con un abbraccio e Mecna dà l’appuntamento all’Alcatraz alla settimana prossima, quando sarà lui il protagonista della scena.

La comparsa del rapper foggiano ha, sin da subito, fatto presagire che la serata avrebbe riservato tante altre sorprese. Poco dopo, infatti, è il momento di Tedua, amico d’infanzia di Ernia, che duetta sulle note di Bro. La prima parte del concerto si conclude, caratterizzata da una forte alternanza dei brani di 68 a quelli di Come Uccidere Un Usignolo, senza quindi tralasciare niente dal repertorio. Nel corso della serata, ci sarà poi modo di ascoltare anche alcuni pezzi di No Hooks, tra i quali spicca certamente Neve.

Il secondo tempo si apre con un cambio d’abito: Ernia abbandona il tutone bianco per ‘inzarrirsi’ quanto basta. Ad accentuare il cambio di passo, l’irriverente No Pussy, alla quale seguirà Ego, che vedrà alle spalle del rapper un led con scritto “I sell my ego”. Tutto molto in linea con la personalità di Ernia, e soprattutto con la battaglia che porta avanti sui social contro la sempre costante pretesa di contenuti nei pezzi rap. Tra un pezzo e l’altro, Ernia trova sempre modo di interagire con il pubblico, introducendo i brani, o più semplicemente raccontando qualcosa del suo recente passato: «Il primo Ernia era scuro, era incazzato. Questo Ernia, invece, è luminoso. In questo disco, 68, ho parlato per la prima volta di una cosa di cui non avevo mai parlato: la speranza», confessa Ernia introducendo Domani. Arriva poi il momento di Rkomi, con cui duetta su Madonna e Acqua calda e limone. Rkomi non sarà però l’ultimo ospite a calcare il palco, ecco, infatti, Guè Pequeno comparire dal fumo per Disgusting, altro classicone arrogante amatissimo dal pubblico. Parlando dei featuring, e di quanto spesso gli venga chiesto quanti saranno quelli del disco successivo, Ernia ammette di averne più di uno in programma. Ernia decide, infatti, di svelare che il 5 aprile uscirà il suo nuovo EP di 7 tracce. Il pubblico accoglie entusiasta la notizia, quale momento migliore allora per Simba, singolo trainante della sua ultima fatica discografica. In chiusura, spazio anche a Bella, Neve e 68, la title track.

Quanto dimostrato all’Alcatraz da Ernia è esattamente ciò che ci si aspetta da lui in un momento molto particolare del rap italiano. Scarseggiano, infatti, artisti che sappiano tenere uniti stili apparentemente molto diversi. La forza di Ernia sta proprio nel riuscire a coniugare, in maniera magistrale, il conscious rap ad uno più crudo, dallo stampo più street, più vicino alla trap. Il tutto rimanendo fortemente legato alle sonorità del momento, senza cadere nella trappola dell’old school, della quale, pur essendo un estimatore, riesce a proporre un riadattamento più attuale che mai. A questo unisce una presenza scenica non indifferente, che lo vede in continuo contatto con il pubblico, ed un’attitudine a cantare dal vivo non poi così comune. Non ci resta quindi che aspettare aprile, in attesa di vedere quale sarà il prossimo step della carriera di questo artista che, nel giro di poco, è stato capace di imporsi prepotentemente nell’élite del rap italiano.

La scaletta:
King QT
QT
QQQ
Feeling
Lei no (Il Tradito)
Paranoia mia
Gotham
Tradimento (Il Traditore) ft. Mecna
Instagram
La paura
Un pazzo
Bro ft. Tedua
No pussy
Sigarette (L’inizio)
Ego
Tosse (La fine)
Domani
Lewa V
Madonna ft. Rkomi
Acqua calda e limone ft. Rkomi
Lewandowski IV
Simba
Bella
Neve
68

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI