Onstage
festival-di-sanremo-2019-guida-programma-biglietti

Guida al Festival di Sanremo 2019: cantanti, canzoni, programma e ospiti

L’edizione 2019 del Festival di Sanremo si tiene dal 5 al 9 febbraio e sarà la seconda con Claudio Baglioni alla guida, come Direttore Artistico. Per la 69esima volta la manifestazione canora tornerà a discutere e far parlare di musica (oltre che di spettacolo, televisione, gossip e chi più ne ha più ne metta), come nelle intenzioni proprio del cantautore romano, che ha sempre detto di voler lavorare per far tornare l’aspetto musicale e qualitativo in primo piano.

Ecco allora una breve guida ragionata per riuscire a orientarsi nel mondo del Festival di Sanremo anche per quest’anno.

I CAMPIONI E LE CANZONI
La prima grande novità di quest’anno riguarda proprio gli artisti: gareggeranno infatti tutti in un’unica categoria, costituita da 22 nomi noti a cui si sono aggiunti 2 giovani proposte selezionate a dicembre 2018 da Sanremo Giovani. Hanno passato il turno Einar e Mahmood.

Arisa – Mi sento bene
Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me
Boomdabash – Per un milione
Federica Carta e Shade – Senza farlo apposta
Simone Cristicchi – Abbi cura di me
Einar – Parole nuove
Ex Otago – Solo una canzone
Ghemon – Rose viola
Il Volo – Musica che resta
Irama – La ragazza col cuore di latta
Achille Lauro – Rolls Royce
Mahmood – Soldi
Motta – Dov’è l’Italia
Negrita – I ragazzi stanno bene
Nek – Mi farò trovare pronto
Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood
Nino D’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce
Patty Pravo e Briga – Un po’ come la vita
Francesco Renga – Aspetto che torni
Daniele Silvestri – Argento vivo
Paola Turci – L’ultimo ostacolo
Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte
Ultimo – I tuoi particolari
Zen Circus – L’amore è una dittatura

SERATA DUETTI
Come già l’anno scorso, anche questa volta la serata del venerdì – che ci aveva abituato all’ascolto delle cover – vedrà gli artisti proporre i loro brani in duetto con alcuni colleghi. Al momento sono stati resi noti solo alcuni dei 22 duetti, eccoli:

Fabrizio Moro con Ultimo – I tuoi particolari
Ermal Meta con Simone Cristicchi – Abbi cura di me
Brunori Sas con The Zen Circus – L’amore è una dittatura
Manuel Agnelli con Daniele Silvestri – Argento vivo
Beppe Fiorello con Paola Turci – L’ultimo ostacolo
Nero Marcorè con Nek – Mi farò trovare pronto
Paolo Jannacci e Massimo Ottoni con Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood
Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano con Boomdabash – Per un milione
Gué Pequeno con Mahmood – Soldi
Irene Grandi con Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me
Syria con Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte
Bungaro ed Eleonora Abbagnato con Francesco Renga – Aspetto che torni
Enrico Ruggeri e Roy Paci con Negrita – I ragazzi stanno bene
Nada con Motta – Dov’è l’Italia
Tony Hadley e le coreografie dei Kataklò con Arisa – Mi sento bene
Noemi con Irama – La ragazza con il cuore di latta
Giovanni Caccamo con Patty Pravo con Briga – Un po’ come la vita
Jack Savoretti con Ex-Otago – Solo una canzone
Morgan con Achille Lauro – Rolls Royce
Cristina D’Avena con Federica Carta e Shade – Senza farlo apposta
Sottotono con Nino D’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce
Diodato e Calibro 35 con Ghemon – Rose viola
Biondo con Einar – Parole nuove
Il violinista Alessandro Quarta con Il Volo – Musica che resta

CONDUTTORI
Anche la 69esima edizione sarà condotta da un trio: ad affiancarlo, Baglioni ha chiamato due personaggi proveniente dal mondo della comicità e amatissimi dal pubblico come Virginia Raffaele e Claudio Bisio. Inutile dire che ne vedremo e sentiremo delle belle.

DOPOFESTIVAL
A luglio ricorreranno i 50 anni da quando l’uomo ha messo piede sulla Luna, e proprio la Luna vuole omaggiare il Dopofestival, a cominciare dal sottotitolo che ha voluto acquisire, The Dark Side of Sanremo. Prevederà sempre un collegamento in esterna e luci e stelle saranno un costante riferimento, dalla scenografia, al racconto che si farà degli artisti in gara e degli ospiti. A fare gli onori di casa sarà Rocco Papaleo, insieme ad Anna Foglietta e Melissa Greta Marchetto: accoglieranno i protagonisti del festival coinvolgendoli in cammeo musicali (accompagnati dalla band), intervistandoli, giocando con loro.

OSPITI
Baglioni ha voluto puntare sugli ospiti di casa nostra, e anche in questo caso premiando l’aspetto musicale anzitutto: Elisa, Giorgia, Andrea e Matteo Bocelli (5 febbraio) i primi nomi svelati, a cui si sono aggiunti quelli di Antonello Venditti e Alessandra Amoroso, oltre a Ligabue (8 febbraio), Marco Mengoni e Riccardo Cocciante (6 febbraio), Eros Ramazzotti e Fiorella Mannoia. Francesco Facchinetti, che sarà inviato speciale a Sanremo per la trasmissione pomeridiana Vieni da me ha poi anticipato che ci sarà anche “una cantante internazionale che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo: ha origini italiane, ma non si tratta di Madonna o Lady Gaga”. Dal mondo dello spettacolo sono invece attese due vecchie conoscenze del festival, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker.

LA GIURIA D’ONORE
Durante la prima conferenza stampa in diretta da Sanremo, lunedì 4 febbraio, sono stati annunciati i nomi dei personaggi che compongono la Giuria d’Onore: il musicista e produttore Mauro Pagani, il regista Ferzan Ozpetek, le conduttrici tv Camila Raznovich e Serena Dandini, le attrici Claudia Pandolfi ed Elena Sofia Ricci, il giornalista Beppe Severgnini, e il giudice di MasterChef All Stars Italia Jo Bastianich.

LA SCENOGRAFIA
Dopo l’esperienza del 2013, Francesca Montinaro è tornata ad occuparsi della scenografia del Festival, anch’essa elemento sotto i riflettori insieme alla celebre scalinata che dà accesso al palco e pensieri a chi indossa i tacchi alti. “Aprire lo spazio, renderlo ancora più grande e ‘aumentato’. E’ la magia che ho immaginato per il palcoscenico del Teatro Ariston e per il Festival di Sanremo 2019: in fondo chi fa tv è un po’ un prestigiatore e io ho cercato di farlo pensando più a una ‘coreografia’ che a una classica scenografia, grazie a una rivoluzione nell’uso dello spazio fisico e a una macchina scenica nascosta che crea un profondità di campo unica per questo luogo”, queste le parole di Montinaro che ha proseguito così: “Claudio Baglioni mi ha chiesto di lavorare sul concetto di armonia e io l’ho tradotto ricreando onde armoniche in scena, e inventando un golfo mistico dei musicisti nella pancia del teatro, perché fosse la musica stessa idealmente a sostenere il Trampolino, che è poi Sanremo stesso. La scala apparirà quasi dal nulla, ma sempre al tempo della musica”.

IL PROGRAMMA DELLE SERATE E IL REGOLAMENTO
I Campioni in gara saranno 24 e come detto parteciperanno tutti in un’unica categoria. Li ascolteremo già tutti durante la prima serata, mentre durante quella del 6 e quella del 7 febbraio si esibiranno divisi in 2 gruppi, con 12 partecipanti ciascuno. La quarta serata è quella dei duetti e ci farà ascoltare i pezzi in gara arrangiati ed interpretati diversamente rispetto alla versione originale. Ascolteremo di nuovo tutti e 24 i cantanti durante la serata finale: non ci saranno quindi eliminazioni intermedie.

Il sistema di voto prevede quattro sistemi di votazione: Televoto, giuria Demoscopica, giuria della Sala Stampa e giuria degli Esperti. Progressivamente, attraverso le loro valutazioni, si arriverà a decretare le graduatorie che concorreranno alla determinazione della canzone vincitrice.

Nelle prime tre serate voteranno il pubblico, attraverso il Televoto, la giuria Demoscopica e la giuria della Sala Stampa e i tre sistemi di votazione avranno un peso percentuale così ripartito: Televoto 40%, giuria Demoscopica 30%, giuria della Sala Stampa 30%.

Al termine della Terza serata verrà stilata la classifica congiunta delle 24 canzoni in gara, così come viene determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute nella Prima Serata e nella Seconda (per le prime 12 canzoni) e Terza Serata (per le seconde 12 canzoni).

Nella Quarta Serata voteranno il pubblico, la giuria della Sala Stampa e la giuria degli Esperti: i tre sistemi di votazione avranno un peso percentuale così ripartito: Televoto 50%; giuria della Sala Stampa 30%; giuria degli Esperti 20%.
Al termine verrà stilata una classifica, determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute durante la quarta serata dalle canzoni (nelle esecuzioni in duetto) e quelle delle Serate precedenti. All’interpretazione-esecuzione con artista Ospite più votata potrà essere assegnato un premio speciale.

Nella Serata Finale voteranno il pubblico, la giuria della Sala Stampa e la giuria degli Esperti e i tre sistemi di votazione avranno un peso percentuale così ripartito: Televoto 50%, giuria della Sala Stampa 30%, giuria degli Esperti 20%.
Al termine verrà stilata la classifica delle canzoni determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle delle Serate precedenti. Si svolgerà poi una nuova votazione che coinvolgerà le prime 3 canzoni della classifica e, infine, si arriverà alla classifica finale delle 3 canzoni, determinata dalle percentuali di voto ottenute in quest’ultima votazione e da quelle ottenute dalle votazioni precedenti.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI