Onstage

George Michael potrebbe essere morto per un’overdose di eroina

L’improvvisa morte di George Michael, a soli 53 anni, ha naturalmente calamitato l’attenzione dei media, specialmente quelli inglesi. E proprio dall’Inghilterra emergono i primi dettagli sulle cause della scomparsa della popstar. Il primo “indizio” l’ha rivelato Fadi Fawaz che, come rivela il Daily Telegraph era da qualche tempo il compagno di Michael. È lui la persona che ha scoperto, nella tarda mattinata del 25 dicembre, il corpo senza vita dell’artista nella sua villa fuori Londra (nell’Oxfordshire per la precisione). Proprio Fawaz, noto per essere il parrucchiere delle star londinesi, ha dato l’allarme chiamando ambulanza e polizia.

Fadi ha raccontato al quotidiano di essersi recato nella casa dell’Oxfordshire per svegliare George Michael in vista del pranzo di Natale, trovandolo però già morto nel suo letto. «Recentemente tutto era diventato molto complicato, ma George aspettava con trepidazione il Natale e io anche. Adesso è tutto rovinato. Vorrei che la gente lo ricordasse per quello che era, una persona magnifica». Una fonte anonima ha spiegato ai reporter del Daily Telegraph a cosa si riferisse Fawaz con quel “recentemente tutto era diventato molto complicato”. «Nell’ultimo anno Michael ha lottato contro una crescente dipendenza dall’eroina. Si è dovuto far ricoverare diverse volte al pronto soccorso per una overdose. È già tanto che abbia resistito fino ad ora».

Al momento è necessario prendere queste dichiarazioni con le pinze, ma la tesi sostenuta dal quotidiano inglese è credibile per almeno due buone ragioni. Innanzitutto l’ex membro degli Wham!, come dichiarato dal suo manager Michael Lipmann è morto per un arresto cardiaco e non per un infarto, come erroneamente riportato. E quel tipo di problema è comune tra i tossicodipendenti, specialmente tra chi assume eroina. In secondo luogo, George Michael ha più volte in passato avuto problemi con la droga – è stato più volte arrestato per uso e possesso di marijuana e crack.

Aspettiamo ulteriori notizie dall’Inghilterra per fugare tutti i dubbi e chiarire con certezza le cause della morte del grande artista.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI