Onstage

No, a Liam Gallagher non piace l’elettronica (tantomeno i dj)

Fatecelo dire: aspettare As You Were, il nuovo album di Liam Gallagher, è un divertimento perché ogni giorno il nostro fratello minore preferito ne spara una nuova (alzando già la sostanziosa media mensile). In occasione di un’intervista promozionale molto intensa concessa al magazine Huck, Liam Gallagher ha dato sfogo della sua particolare avversione per i DJ.

Dopo aver confermato di essere una delle più grandi icone rock viventi (“Lo hanno detto gli altri e credo che non si sbaglino per un c*zzo”), Liam si è scagliato contro i DJ come nuove rockstar. “Lo sono?! Non nel mio mondo, no, non lo sono diventati. Cosa dici, Calvin Stoc*zzo Harris? La persona più fottutamente noiosa? Dai, fanc*lo… Te lo dico io cosa sono diventati i DJ: i nuovi ragionieri!” ha concluso Liam.

Calvin Harris è il DJ più pagato al mondo nella classifica annuale di Forbes, quindi a livello economico… beh, Liam ci ha indubbiamente preso.

Quanto al suo nuovo album in uscita Liam Gallagher non è affatto preoccupato: “Non sono nervoso, per niente. È un grandissimo disco“. E sulla possibilità che lui, la lingualunga del Britpop, diventi irrilevante, Mr. Gallagher ha le idee più che chiare: “Non lo sarò mai. Ci sarà un momento in cui non venderò dischi e le persone non ne potranno più di me, e va bene. È scritto nelle c*zzo di stelle: so che c’è sempre un posto per Liam Gallagher in questo mondo, senza un c*zzo di dubbio” ha detto senza mezzi termini.

“Non sto facendo lo str*nzo capoccione: semplicemente non c’è nessun altro che fa quello che faccio io”. E che lo dica come te, Liam.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI