Onstage

Il primo vero concerto di Mahmood

«Ma quanti siete?! Volevo ringraziarvi per essere qui, a quello che è, in effetti, il mio primo vero concerto». Così, Mahmood, accoglie coloro che, nonostante neve e condizioni avverse, si sono recati al Circolo Ohibò di Milano per assistere al suo primo live.

Un interesse, quello del pubblico, maturato soprattutto nell’ultimo anno, grazie a Gioventù Bruciata, fortunato EP del cantante di origini egiziane. Il live si apre sulle note di Dimentica, la canzone con cui Mahmood gareggiò a Sanremo Giovani nel 2016, per poi cominciare a snocciolare i diversi brani dell’EP. A chi si aspettava soltanto un’esecuzione in chiave live della tracklist di Gioventù Bruciata, Mahmood ha riservato delle sorprese. Sorprese che prendono la forma di inediti, brani che andranno a comporre il suo primo album ufficiale, che uscirà i primi di marzo.

Un altro elemento trainante della serata è stato il senso di gratitudine verso il pubblico e l’emozione che tra un pezzo e l’altro, Mahmood, non riusciva a trattenere. Ogni brano è stato presentato con cura, un po’ come si fa a Sanremo. Lo stesso Festival che, tra pochi giorni, lo vedrà tra i protagonisti con Soldi.

Quel che ci si aspetterebbe dal primo concerto di un artista è un pubblico più passivo, che si limita perlopiù ad ascoltare. Ma che! Su Milano Good Vibes ed Uramaki lo stesso Mahmood è rimasto sorpreso dalla grande partecipazione del pubblico che, per dovere di cronaca, le ha comunque canticchiate davvero tutte. Non un caso, vista la naturale propensione di Mahmood a scrivere vere e proprie hit. Autore non solo per se stesso, ma anche per gli altri: Nero Bali, Hola (I Say), sono solo due dei brani che portano anche la sua firma. In chiusura, spazio per il brano che gli ha garantito un biglietto per Sanremo: Gioventù Bruciata.

E che Sanremo sia. Con una consapevolezza in più: comunque vada, Mahmood adesso sa che al suo ritorno avrà un pubblico ad aspettarlo, pronto a cantare ancora insieme a lui e che non aspetta altro che mettere le mani sul suo disco. Anche a Sanremo, allora, solo good vibes.

La scaletta
Dimentica
Mai Figlio Unico
Sabbie Mobili (inedito)
Asia Occidente
Milano Good Vibes
??? (inedito)
Uramaki
??? (inedito)
Anni 90
Gioventù Bruciata

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI