Onstage

I Negramaro hanno preso posizione contro il TAP

Se ne parla ormai da tempo, ma negli ultimi giorni il Gasdotto Trans-Adriatico (conosciuto con l’acronimo TAP, Trans-Adriatic Pipeline) è diventato uno degli argomenti più discussi sui media, specialmente i social. La temperatura è salita dopo l’espianto di 211 ulivi a Melendugno, località in provincia di Lecce dove “sbuca” il gasdotto: l’intervento ha scatenato le proteste e le manifestazioni dei NO TAP, sigla sotto la quale si riuniscono gli oppositori della struttura – che porterà in Italia e in Europa gas naturale proveniente dall’Azerbaigian.

Alle azioni di sabotaggio dei lavori in loco si aggiungono le protese online dei cittadini, pugliesi in particolare, contrari all’opera. Tra loro i Negramaro, che come noto sono salentini: sul profilo Instagram della band sono stati oggi pubblicati dei post che si riferiscono chiaramente all’espianto, in cui compaiono foto di ulivi con scritte che propongono nomi propri di persona. Il primo di questi post è accompagnato da un breve testo che non lascia molto spazio ai dubbi: «L’unico modo possibile per trattare la natura è quello assolutamente umano. Sono alberi con un nome, coste con una vita, terra con un’anima grande, infinita!».

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:

Un post condiviso da negramaroofficial (@negramaroofficial) in data:

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI