Onstage

Niente parolacce sul palco del Leeds Festival? Liam Gallagher risponde con un tweet

A breve lo vedremo in Italia sul palco dell’Home Festival, dove è indubbiamente uno degli ospiti più attesi. Nel frattempo però Liam Gallagher si dà da fare su altri palchi d’Europa e non evita di certo un po’ di polemica, quando si presenta l’occasione. Il 25 agosto, ad esempio, Liam si è esibito al Leeds Festival e, a concerto finito, ha prontamente ringraziato il pubblico con un tweet. Tuttavia, qualcosa deve essere poi cambiato o andato storto, perché il cantautore è tornato su Twitter, stavolta per dedicare parole tutt’altro che gentili alla città di Leeds.

«A quanto pare ora non è consentito dire parolacce a Leeds. – ha cinguettato Liam – Fermate il mondo, cazzo voglio scendere. Siete delle fighe sgualdrine del cazzo».

Un paio di follower hanno risposto al ‘sobrio’ tweet commentando che il cantante non fosse proprio un esempio perfetto per i bambini e Liam ne ha avute anche per loro, mandandoli brutalmente a quel paese e definendoli delle “troie”.

A mandare su tutte le furie il cantante, sarebbe stata la richiesta di non dire parolacce sul palco dato che il live (sul palco dopo Liam toccava ai Muse) è destinato ad essere mandato in onda sulla BBC, che in effetti su una pagina del proprio sito (dedicata alle FAQ relative al Leeds Festival) dichiara apertamente che non saranno mandati in onda concerti con linguaggi troppo espliciti per non urtare la sensibilità dei telespettatori.

Stando a quanto scrive il Sun, i rappresentanti del Leeds Festival hanno comunque negato che ci fosse un simile divieto per i cantanti. Per cui non è dato sapere a cosa si riferisse Liam esattamente o cosa – di preciso – lo abbia infastidito…

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI