Onstage
rockin 1000 firenze 2018 beppe vessicchio

Sarà Beppe Vessicchio a dirigere i musicisti di Rockin’1000 That’s Live

Beppe Vessicchio entra a far parte del cast di Rockin’1000 That’s Live, l’evento che si terrà a Firenze il prossimo 21 luglio. Il Maestro è stato chiamato per dirigere l’originale “orchestra” che andranno a formare i 1500 musicisti che parteciperanno alla nuova impresa di Fabio Zaffagnini & co.: insieme alla presenza di Vessicchio, è stata annunciata anche quella di Nikki e Federico Russo, nei panni di presentatori.

“Non direi proprio di essere un rocchettaro ma questo non mi impedisce di apprezzare i valori legati a questo tipo di musica. L’invito ricevuto da Rockin’1000 tramite Cesareo degli Elio mi ha immediatamente incuriosito e l’idea di trovarmi a confronto con centinaia di strumentisti amanti di questo genere mi ha provocato un involontario e spontaneo sorriso. Per sentirmi in sintonia con il linguaggio rock non ho cercato fronzoli… ho accettato subito! Oggi come oggi sono ancora più contento di questa adesione perché ho potuto constatare che l’impegno di promulgazione di questi signori è degno di nota anche per l’aspetto didattico nel quale insiste per non parlare poi di quello sociale che anima e spinge l’intera iniziativa. Quindi mi sento di aggiungere grazie, grazie, grazie per questa sorta di comunione musicale che si preannuncia calda e coinvolgente” ha detto Vessicchio, che quest’anno ha raccolto il testimone di Marco Sabiu, alla guida della band più grande del mondo nelle tre precedenti edizioni.

Zaffagnini, che quest’anno è riuscito a portare tra gli ospiti di That’s Live anche Courtney Love, ha invece espresso così la sua soddisfazione per l’entrata a far parte della squadra di Rockin’1000 di quello che è forse il direttore d’orchestra più amato dagli Italiani: “Affidare la guida del grande ensemble di questa quarta edizione di Rockin’1000 al Maestro Peppe Vessicchio ci riempie di orgoglio. Nel corso della sua carriera ha collaborato con i massimi interpreti della canzone d’autore, è un genio dell’arrangiamento, prolifico compositore, direttore carismatico. Di lui ci ha colpito subito il feeling che riesce a creare con i suoi interlocutori, conquistando musicisti e pubblico con la modestia e l’umiltà che solo i grandi professionisti possiedono”.

Redazione

Foto di Andrea Bardi

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI