Onstage
rockin-1000-summer-camp-2017

Con Summer Camp i musicisti di Rockin’ 1000 si trasferiscono per due giorni in montagna

L’avventura dei 1000 musicisti del progetto Rockin’1000 si espande e varca, per la prima volta, i confini della Romagna, per arrivare – il 28 e il 29 luglio – in Val Veny a Courmayeur. La nuova iniziativa prende il nome di Rockin’1000 Summer Camp: si tratta di una ‘due giorni’ sicuramente intensa, in cui – accanto alla musica rock – non mancheranno attività collaterali, che permetteranno a tutti gli avventori di godersi il bellissimo paesaggio della vallata ai piedi del Monte Bianco.

Dietro l’evento, ritroviamo Fabio Zaffagnini – general manager di Rockin’ 1000 e ideatore dell’iniziativa sin dagli esordi – mentre a dirigere i 1000 torna il Maestro Marco Sabiu, direttore d’orchestra e produttore musicale.

«Voglio raccontare un piccolo aneddoto che si è verificato l’anno scorso a fine concerto» ha dichiarato Zaffagnini durante la conferenza stampa di presentazione. «All’apice della nostra felicità, abbiamo visto che il pubblico fotografava i musicisti, perché non avevano mai visto suonare insieme mille persone. I musicisti, a loro volta, però, fotografavano il pubblico, perché anche loro non avevano mai suonato davanti a tante persone. Ci siamo quindi interrogati sulle barriere: chi è il pubblico e chi è lo spettatore? Sono tutti parte dello stesso spettacolo, per cui abbiamo voluto trasformare That’s Live in Summer Camp: un grande raduno in cui pubblico e musicisti vivono tutti insieme due giornate in un luogo meraviglioso e ‘sperduto’, ma pur sempre raggiungibile».

Un’esperienza full-immersion nella natura. Il programma di Rockin’ 1000 Summer Camp è fittissimo, ma il ‘core’ restano ovviamente le due esibizioni dei 1000 musicisti. «L’esperienza sarà immersiva perché pubblico e musicisti staranno insieme per due giorni, con due spettacoli principali il venerdì e il sabato. Il venerdì ci sarà un falò gigantesco con un grande show in acustico, chiederemo a chiunque voglia e sappia cantare o suonare una chitarra di presentarsi ed eseguiremo Tender dei Blur, dopo aver fatto un po’ di prove. Il giorno dopo invece lo show sarà più articolato. La medley experience consiste nel vedere i 1000 musicisti che eseguono un concentrato di una decina di canzoni. In questo caso il pubblico avrà la possibilità di assistere a come si costruisce lo spettacolo, quindi potranno arrivare sin dalla mattina e assistere alle prove, restando fino al momento clou del grande concerto» ha spiegato Zaffagnini.

Il team e le prove. Il team è stato interamente confermato e, anche per Summer Camp, ci saranno i ‘Guru’, i responsabili musicali che guideranno musicisti e cantanti. Il direttore, Marco Sabiu, a detta di Zaffagnini «ha notevolmente alzato l’asticella della difficoltà tecnica dei pezzi». «Le canzoni rock spesso sono composte da tre accordi che si susseguono – ha spiegato Fabio – e quest’anno abbiamo deciso di capire fino a dove riusciamo a spingerci. Abbiamo quindi selezionato alcuni dei brani rock più difficili di sempre, come Good Vibrations dei Beach Boys o Bohemian Rhapsody dei Queen». Si tratterà quindi di tre medley, della durata di 5 minuti ciascuno, ognuno contenente 5-6 brani. Sabiu in un videomessaggio ha precisato: «la cosa più complicata è quella di concatenarli e creare transizioni che funzionino. Finalmente quest’anno abbiamo linee separate per ogni sezione delle voci».

La provenienza dei musicisti. I musicisti arrivano da tutta Italia a spese loro e portano il proprio strumento. Tanti provengono però anche dall’estero, persino dalla Cina e dal Bangladesh. «Ci dà la misura di quanto sia trasversale e internazionale il respiro e il sistema di valori che Rockin’1000 vuole promuovere» ha proseguito con orgoglio Fabio. Tra i ‘vip’, ci saranno la cantante Alteria e Cesareo di Elio e le Storie Tese, più qualche ‘sorpresa’ non confermata.

Le attività collaterali. Tantissime le iniziative organizzate a ‘corredo’ dei due live. A partire dalla Deejay Night, passando per il 1000 Rotation Stage e il “guitar-a-oke”, rispettivamente il karaoke per cantanti e per chitarristi. E ancora: il cinema all’aperto con Kino, l’area dedicata ai più piccoli Fun For Kids e le escursioni organizzate in collaborazione con il Comune di Courmayeur.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI