Onstage
scorpions-verona-2018-foto

Scorpions, Love at First Sting compie 35 anni

Il 27 marzo 1984 usciva Love at First Sting, il nono album degli Scorpions, una delle rock band di maggior successo di ogni tempo. I tedesconi dilagano negli States vendendo 2 milioni di copie nell’anno di uscita e raggiungendo il triplo platino nel 1995. Se la giocherà con Crazy World (1990) in termini di album più venduto ma è senza dubbio alcuno il miglior concentrato del sound hard & heavy che negli anni ottanta li elevò a superstar internazionali.

Succedere a Blackout non è semplice. Tuttavia Rudolf Schenker e Klaus Meine riescono nell’intento di migliorarsi in termini di singoloni spezza charts. Se in generale la velocità è forse un pelo meno indemoniata del precedente disco (eccezion fatta per la doppietta esagerata Coming Home/The Same Thrill), è impossibile non uscire di testa ascoltano canzoni stupende come Rock You Like a Hurricane, Still Loving You e Big City Nights, canzoni entrate nell’immaginario collettivo anche a livello mainstream.

Un album che risponde alla perfezione alla dicitura “all killer no filler“, anche nei momenti leggermente meno ispirati che precedono la chiusura con la super ballad Still Loving You.

Gli Scorpions dopo essersi formati a colpi di prog e hard rock nei Settanta, raggiungono la cima dell’Olimpo e da lì non se ne andranno più prima della metà dei Novanta. Tra alti e bassi, annunci di never-ending tour e live impeccabili, rimangono ancora oggi una delle band più leggendarie di tutta la scena rock mondiale.

Jacopo Casati

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI