Onstage
foto-concerto-sfera-ebbasta-milano-forum-2019

Il racconto del concerto di Sfera Ebbasta a Milano

Un sold out di quelli veri al Forum di Milano ha accolto, sabato sera, Sfera Ebbasta per l’ultima data del suo Popstar tour. Un evento importante a coronamento di due anni pressoché perfetti, discograficamente parlando, iniziati con il disco Rockstar e la sua infinita collezione di platini, passando per importanti collaborazioni internazionali fino all’ultimo Popstar.

Nel mezzo polemiche su polemiche. Dal doppio Rolex indossato sul palco del primo maggio capace di distruggere i fegati dei benpensanti del Twitter fino alla tragica vicenda di Corinaldo (a cui Sfera, indirettamente coinvolto, ha dedicato un brano durante lo show ndr.) che invece di aprire un dibattito sul pessimo stato in cui versano da decenni le discoteche del nostro paese, che tutte le sere ospitano una miriade di giovani italiani e non, ha aperto la lente di ingrandimento sui testi del rapper milanese, rei di incitare i giovani all’uso di sostanze stupefacenti e di pensare solo a fare i soldi.

Fortunatamente Sfera ha scelto la via del silenzio non cascando in facili polemiche, continuando per la sua strada. La data milanese del Popstar Tour ci ha consegnato un hip hop italiano più in salute che mai, grazie a una produzione live di tutto rispetto che segue di pari passo quelle proposte quest’anno dai vari Guè Pequeno e Salmo, entrambi ospiti della serata, e che nulla ha da invidiare a quelle degli artisti oltreoceano. La speranza è che sia finito il tempo dei compitini e dei concerti rap preconfezionati, fatti non per il piacere di fare musica, ma per professione, nel senso più deteriore del termine, ovvero con lo stesso entusiasmo e urgenza di quando prepari un esame la sera prima.

Sullo stage Sfera è assoluto one man show. Tiene il palco come non mai, mostrando delle doti vocali inaspettate. Certo l’autotune è rimasto ed è presente in molte occasioni, ma lui è migliorato a livello di fiato, non ha più bisogno di una spalla per chiudere le rime e non taglia più i pezzi a metà come nel passato. Un netto passo in avanti che fa ben sperare per il futuro.

Oltre ai già citati Guè Pequeno e Salmo, sul palco del Forum sono passati elementi di spicco del panorama urban italiano. I vari Rkomi, Tedua, Izi, Luchè, Drefgold, Elettra Lamborghini, Charlie Charles, Mahmood e ultimo ma non ultimo Fabri Fibra (accolto con cori da stadio), che negli ultimi anni hanno condiviso successi con Sfera, hanno partecipato alla serata per ricambiare il favore.

La scaletta del lungo concerto (due ore abbondanti) è stata un viaggio del percorso musicale che ha portato in pochi anni Sfera dal suonare dai Magazzini Generali al Forum. Non potevano mancare quindi brani come XDVR, Figli di papà, Ciny, Panette, Visiera a becco, Tran Tran, Rockstar e Pablo. Un repertorio di hit fuori dal comune, cantate e ballate dal pubblico con entusiasmo dall’inizio alla fine, che in pochi in Italia possono vantare.

Con la conclusione di questo tour Sfera Ebbasta è pronto a ripartire più forte che mai. E dopo il recente viaggio in America che lo ha visto in studio con artisti del calibro di J Balvin e Diplo, l’impressione è che almeno per un altro paio di anni gli odiatori del web debbano mettersi il cuore in pace: per Sfera il meglio deve ancora venire. L’antipasto è stato di quelli importanti. E il primo piatto in arrivo sarà quello dell’effettiva consacrazione.

View this post on Instagram

La data milanese del Popstar Tour ci ha consegnato un hip hop italiano più in salute che mai, grazie a una produzione live di tutto rispetto che segue di pari passo quelle proposte quest’anno dai vari @therealgue e @lebonwski, entrambi ospiti della serata, e che nulla ha da invidiare a quelle degli artisti oltreoceano. La speranza è che sia finito il tempo dei compitini e dei concerti rap preconfezionati, fatti non per il piacere di fare musica, ma per professione, nel senso più deteriore del termine, ovvero con lo stesso entusiasmo e urgenza di quando prepari un esame la sera prima. Con la conclusione di questo tour Sfera Ebbasta è pronto a ripartire più forte che mai. E dopo il recente viaggio in America che lo ha visto in studio con artisti del calibro di J Balvin e Diplo, l’impressione è che almeno per un altro paio di anni gli odiatori del web debbano mettersi il cuore in pace: per Sfera il meglio deve ancora venire. L’antipasto è stato di quelli importanti. E il primo piatto in arrivo sarà quello dell’effettiva consacrazione 💥🔋 • • • ✍️: @stefanomazzone 📸: @misselenadivincenzo • • • #sferaebbasta #sfera #popstar #popstartour #rockstar #cupido #brnbq #trap #trapitalia #hiphop #rap #guepequeno #elettralamborghini #salmo #fabrifibra #mahmood #charliecharles #izi #rkomi #luché #concerti #concertimilano #milano #concertiitalia #concerti2019 #forumassago #mediolanumforum #welovelive

A post shared by ONSTAGE (@onstagemagazine) on

Stefano Mazzone

Foto di Elena Di Vincenzo

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI