Onstage
strage-concerto-las-vegas

Strage ad un concerto country a Las Vegas

“La più grande sparatoria nella storia degli Stati Uniti d’America”: così i media americani hanno definito la strage avvenuta durante il concerto del cantautore Jason Aldean al Route 91 Harvest Country Music Festival, a Las Vegas.

I numeri dell’attacco sono impressionanti: più di 50 morti accertati e oltre 400 feriti ricoverati negli ospedali della città. Il pubblico superava le 22mila persone, che sono scappate in preda al panico, quando è iniziata la sparatoria dai piani alti del Mandala Bay Hotel, di fronte al luogo del concerto.

L’uomo che ha sparato all’impazzata sulla folla è stato identificato in Stephen Craig Paddock, un 64enne del Nevada che è stato poi ritrovato morto in una stanza al 32esimo piano dello stesso hotel. Stando alle prime rivelazioni, l’uomo aveva con sé 10 fucili e alloggiava nella stanza dallo scorso 28 settembre: si sarebbe ucciso proprio con uno di quelli, senza lasciare spiegazioni scritte per il suo gesto.

Poche parole per Jason Aldean, il musicista che si stava esibendo al momento della sparatoria, che ha dichiarato: “Mi fa male al cuore vedere che una cosa così possa succedere a qualcuno che si stava godendo una serata divertente”. Nessuno dei musicisti e dei membri dello staff è stato ferito.

#lasvegas #prayforlasvegas

Un post condiviso da Céline Dion (@celinedion) in data:

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI