Onstage
the-cure-firenze-rocks-2019-foto (1)

The Cure immensi anche a Exit Festival 2019

Non è sicuramente una manifestazione rock l’Exit Festival, l’evento musicale che – dal 4 al 7 luglio – porta a Novi Sad, in Serbia, nella splendida cornice di un’antica fortezza, tantissimi dj e band dedite all’uso dell’elettronica.

Non è un caso che, nella prima giornata, la fiumana di giovani avventori si sia riversata nella location dopo le 23 per la cerimonia d’apertura, snobbando apertamente i Cure, che nel cartellone – per gli amanti di un certo genere musicale – erano sicuramente la portata principale di tutte e quattro le giornate.

Poco importa, però, perché la band capitanata da Robert Smith ha i suoi fan a cui dare conto e, come sempre, lo fa magistralmente con un live da manuale. Il concerto inizia poco dopo le 20.30 accompagnato da una tempesta impietosa e improvvisa che ha mandato in tilt i LED ma non ha intaccato minimamente l’energia di questa band eccezionale.

Dalla voce di Smith che non ha mai avuto un cedimento agli splendidi intermezzi musicali dei musicisti, i The Cure hanno dimostrato – come se servisse – che di gruppi così (coesi, perfetti, ricchi di energia) se ne vedono purtroppo pochi. Sia per scaletta che per meteo avverso, il live a Exit ricordava i fasti di Glastonbury, ma qui la location – il palco relativamente contenuto e l’area antistante il main stage – ha reso il set incredibilmente e splendidamente intimo. Sebbene la band non si sia risparmiata, suonando per più di due ore.

La forza di Smith e compari – oltre alla maestria – è un’indiscutibile passione per gli strumenti e le sette note. Il loro live è una messa in scena che fonde perfezione e follia, perfettamente rappresentata anche dal loro pubblico in visibilio. La parentesi rock dell’Exit Festival, insomma, non poteva che essere più alta di così. Un piccolo gioiello incastonato tra dj set e musica techno, che vale ogni trasferta, ogni viaggio, ogni tempesta.

La scaletta del concerto
Plainsong
Pictures of You
High
A Night Like This
Just One Kiss
Lovesong
Last Dance
Burn
Fascination Street
Never Enough
Push
In Between Days
Just Like Heaven
From the Edge of the Deep Green Sea
Play for Today
A Forest
Primary
Shake Dog Shake
39
Disintegration
Lullaby
The Caterpillar
The Walk
Doing the Unstuck
Friday I’m in Love
Close to Me
Why Can’t I Be You?
Boys Don’t Cry

Grazia Cicciotti

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI