Onstage
VASCO-MILANO-2019

Scene da stadio: Vasco Non Stop Live 018+019 al cinema

Ieri sera al The Space di Milano pareva di essere sul prato di San Siro a un concerto di Vasco. Alla proiezione del film dedicato ai due tour negli stadi che si sono svolti nel 2018 e nel 2019, erano presenti molti scatenati fan ma anche lo stato maggiore dello staff del Kom, parte della live band che lo ha accompagnato nei concerti, oltre a diversi protagonisti della scena musicale nazionale come Max Pezzali, Emma ed Ermal Meta.

140 minuti di suoni, immagini e momenti emozionanti, filtrati dal regista Pepsy Romanoff che raccontano il palco ma soprattutto come ci si è arrivati a quel palco. Anzi, a quei palchi, visto che si parte dal Non Stop Live 2018 (video che raccontano di Roma, Torino e Lignano tra i tanti) per poi arrivare alla fine della sesta data a San Siro del 2019. Si vede Vasco dietro le quinte, l’artista che viene portato via dai propri collaboratori fidati mentre la band (e che Band, signori) sta ancora concludendo la coda di Albachiara, mentre i fuochi d’artificio illuminano a giorno quel Meazza che, nel 2019, è stato sequestrato da Vasco e dai propri fan per sei incredibili date consecutive.

Ampio spazio nella pellicola è dedicato ai musicisti e a chi fa funzionare la gigantesca macchina che gira intorno al proprio leader. Pastano è il direttore artistico e delle chitarre, ruolo essenziale per costruire l’imponente struttura sonora che esplode dagli ampli e inonda i fan. Arrangiamenti nuovi, sperimentazione, suonare senza basi. Questi i capisaldi su cui si fonda questa ennesima giovinezza di Vasco e dei suoi spettacoli live. In un passaggio del film (che fa esplodere la sala in applausi entusiastici), Vince dice “Non voglio nessuna cazzo di base, si deve suonare e basta, si deve tornare a suonare tutto dal vivo“.

Chiunque abbia assistito di persona (e il sottoscritto ha avuto questa fortuna più volte) a un live del Blasco sa perfettamente che è difficile trovare paragoni con l’impatto che questo gruppo di musicisti straordinari riesce a imporre ogni volta alla platea. Vasco domina la scena, con la sua voce riesce ancora a fare la differenza e a marchiare a fuoco ogni soluzione strumentale che viene adottata, spesso per vestire di modernità (attenzione: sempre rispettosa dell’inimitabile passato!) brani leggendari. Basti pensare a Mi si escludeva, Portatemi Dio, La nostra relazione o a Tango… (della gelosia), per poi arrivare alla pesantissima Fegato, fegato spappolato e alla punk version di Asilo republic. Spazio anche a molti inni come C’è chi dice no, Sally, Rewind, Cosa succede in città e alle soffertissime Vivere o niente e Quante volte.

Nel film viene omaggiata sì l’arte di Vasco ma anche immortalata la passione che passa sui volti del suo pubblico. Pubblico di cui Vasco si dice orgoglioso: “Ognuno scrive le canzoni che si merita, ognuno ha il pubblico che si merita e io sono felice di avere questo pubblico”.

La pellicola sarà nelle sale oggi e domani e grande richiesta anche il 10 e 11 dicembre, per i live appuntamento nei “festival rock” del 2020. I concerti hanno già venduto tantissimo (oltre 250.000 biglietti staccati), queste le date al momento confermate:
10 GIUGNO 2020 FIRENZE ROCKS – VISARNO ARENA
15 GIUGNO 2020 I-DAYS 2020 – MIND Milano Innovation District (area expo)
19 GIUGNO 2020 ROCK IN ROMA – CIRCO MASSIMO
20 GIUGNO 2020 ROCK IN ROM – CIRCO MASSIMO (NUOVA DATA)
26 GIUGNO 2020 IMOLA – AUTODROMO INTERNAZIONALE ENZO E DINO FERRARI

vasco-cinema-2019

Jacopo Casati

Foto di Elena Di Vincenzo

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI