Onstage
x-factor-11-2018

X Factor 11, le squadre di Mara Maionchi e Levante

Si sono conclusi i Bootcamp di X-Factor 2017, con la seconda parte della Sfida delle sedie, diventate cinque, per decidere quali concorrenti potranno accedere alle Home Visit.

Dopo Fedez e Manuel Agnelli è stata la volta di Mara Maionchi e Levante, rispettivamente alla guida di Over e Under Donna. L’assegnazione delle categorie è apparsa logica e (quasi) scontata, salvo poi nascondere sorprese in fase di scrematura.
Mara Maionchi ha messo insieme un team di soli uomini, mentre Levante ha scelto talenti validi ma abbastanza simili tra loro, escludendo sul finale la piccola Cyndi Lauper, Eleonora Noemy Rao, l’unica che si differenziava dalle colleghe per timbro vocale e stile.

Le due sfide, a confronto, sono state molto diverse e il pubblico è intervenuto a più riprese per protestare: Mara Maionchi ha ragionato e mostrato di prestare attenzione sia ai ritmi televisivi (da discografica e giudice navigata quale è) che al parere dei colleghi. Ha anche pianto, arrabbiandosi molto, quando Giulia Militello – forse ingenuamente, ma peccando di superbia – ha modificato la melodia de Il cielo in una stanza di Gino Paoli, perdendosi inevitabilmente per strada.

La Maionchi ha eliminato al primo colpo la ‘ragazza col pianino’, Noemi Cannizzaro, e al secondo l’autore della ‘Papu dance’, Ricardo William Cabrera Munoz, che dopo essersi temporaneamente seduto è stato switchato con il cantautore livornese Enrico Nigiotti (“Classico al limite del vecchiume”, Agnelli dixit). Hanno, invece, passato il turno Valerio Bifulco, paragonato (a torto da Fedez) a Gio Sada e il pizzaiolo timido Andrea Radice, che con la sua versione di Recovery ha messo a tacere tutti. Il tenore Lorenzo Licitra, infine, ha aperto il dibattito tra i giudici e ottenuto una sedia sostanzialmente perché “Sarà un dito in c*** in gara” per le altre squadre.

Levante è partita severissima eliminando le prime tre, compresa la giovane Janis Joplin, Alessandra Vedovato. Poi, colpita dalle performance successive e incalzata dalla battuta di Cattelan “Qualcuno lo devi far sedere”, ha cominciato a comporre la sua squadra senza l’aiuto di nessuno. Sono state prese le brave Virginia Perbellini e Camille Caballera (nonostante la performance in calo di quest’ultima rispetto alle audition), ma anche Rita Bellanza, che con la sua giovane voce ha raccontato un dolore profondo cantando Sally e portando alle lacrime Maionchi (“Sei andata oltre alla musica”) e addirittura, l’imperturbabile Manuel Agnelli. Giovedì prossimo sarà tempo di Home Visit.

Gli Over di Mara Maionchi:
Valerio Bifulco
Andrea Spigaroli
Andrea Radice
Enrico Nigiotti
Lorenzo Licitra

Le Under Donna di Levante:
Virginia Perbellini
Francesca Giannizzari
Rita Bellanza
Isaure Cassone
Camille Cabaltera

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI