Onstage
arcade-fire-milano-2017-foto

L’energia degli Arcade Fire travolge il Milano Summer Festival

Il 28 luglio arriverà l’attesissimo album Everything Now, il quinto degli Arcade Fire. È un lavoro che già fa parlare di sé e che fa mormorare fan e appassionati, perché il gruppo canadese pare abbia dato il via alla classica “svolta pop”, da alcuni apprezzata e da altri un po’ accolta con una smorfia sulle labbra. Dal paragone coi Coldplay alla sensazione sempre più pressante che gli Arcade Fire stiano uscendo piano piano dalla scena “underground” per puntare ai grandissimi numeri: Everything Now, con le sue 13 tracce, ha già raggiunto l’obiettivo di aumentare l’hype intorno a se stesso. Nel frattempo, la band se ne va in giro per il mondo a presentare dal vivo la nuova produzione e il 17 luglio hanno scelto l’Ippodromo San Siro, a Milano, per una grandissima festa all’aperto.

Sì, perché potete conoscere o non conoscere gli Arcade Fire, apprezzarli o meno, ma un live di Win Butler e compagni resta sempre un Signor Live, uno di quelli suonatissimi e carichi di energia, anche se la location – in questo caso – ha probabilmente un po’ penalizzato l’esperienza sonora, a favore però di un contesto perfetto per il progetto Everything Now. Lo show degli Arcade Fire è, infatti, tutto da ballare e il collettivo emana talmente tanta grinta che è impossibile restare fermi e non unirsi alla carica del gruppo.

Si parte proprio con Everything Now, il primo singolo dell’album omonimo che ne ha anticipato l’uscita, e poi si passa a Rebellion (Lies), dell’album Funeral. Gli Arcade Fire si muovono con disinvoltura da un brano all’altro della loro discografia, quasi senza pause: in totale, del nuovo lavoro, eseguono cinque brani (Everything Now, Chemistry, Electric Blue – al suo debutto live -, Signs of Life e Creature Comfort), per lasciare spazio a qualcosa degli album precedenti. Risulta impossibile, ad esempio, non inserire in scaletta Ready to Start, dall’album The Suburbs, che fa cantare in coro e ballare tutti i presenti, o chiudere il live – nel momento dell’encore – con Wake Up (dall’album Funeral) e Neon Bible, dal disco omonimo.

Dal vivo, tuttavia, la ‘svolta’ recente degli Arcade Fire è impercettibile: le sonorità e la bravura dei componenti del gruppo rendono il live compatto, coerente, limpido. Forse a cambiare è il ‘mood’ dello show: Everything Now è difatti e, in tutto e per tutto, un grande concerto e una grande festa pop, nel senso più ingenuo e meno negativo del termine. È un live nato per far stare sull’attenti l’intera platea, per ballare e per immergersi in atmosfere talvolta futuristiche e in altre occasioni retrò. Il visual, in questo senso, è stato studiatissimo ed è apparso curato sin nei minimi dettagli (elemento abbastanza apprezzabile per un live all’aperto): i giochi di luce cambiavano infatti il contesto e hanno accompagnato – quando se ne presentava l’occasione – la trasformazione negli anni degli Arcade Fire, catapultando gli ascoltatori in scenari nitidi o più vintage. È un bene, perché la band parla pochissimo: c’è spazio per qualche ringraziamento e per ricordare David Bowie, fondamentale nell’ispirazione strutturale del gruppo.

Il resto di quest’oretta e mezza di live è dedicato alla musica e all’obiettivo di non far mai scemare l’energia che ogni singolo componente trattiene e disperde. È così forte la carica degli Arcade Fire e il live così privo di momenti down che, a fine concerto, il tempo sembra essere volato. Come se il gruppo fosse riuscito ad annullare i minuti e i secondi e a trascinare ogni singolo ascoltatore nella propria dimensione. Everything Now, appunto. Una filosofia di vita e un avvertimento: da questo live non si esce indenni.

Arcade Fire Milano 2017, la scaletta del concerto

Everything Now
Rebellion (Lies)
Here Comes the Night Time
Chemistry
Electric Blue
Signs of Life
No Cars Go
The Suburbs / The Suburbs (Continued)
Ready to Start
Neighborhood #1 (Tunnels)
Sprawl II (Mountains Beyond Mountains)
Reflektor
Afterlife
Creature Comfort
Neighborhood #3 (Power Out)
Wake Up
Neon Bible

Arcade Fire Milano 2017, le foto del concerto

Altri articoli su questo concerto

Grazia Cicciotti

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI