Onstage
j-ax-fedez-milano-21-dicembre-2017

J-Ax e Fedez a Roma e Milano, il racconto dei Repack Party

C’eravamo. Agli esclusivi repack party di J-Ax & Fedez organizzati il 19 dicembre a Roma e il 21 dicembre a Milano. Abbiamo sfidato il freddo e ci siamo precipitati all’Atlantico e al Fabrique a festeggiare con il duo, lo Zio Ax e il giovane Fede, il nuovo packaging dell’album Comunisti col Rolex, pieno di fotografie dei loro live del 2017 e con altri cinque inediti a disposizione dei fan.

Un party ad accesso riservato a chi ha comprato il repack del disco, uscito il 24 novembre, e si è iscritto con un codice speciale al sito dedicato. Un repack party dedicato interamente al pubblico (più che ai due musicisti che comunque hanno avuto di che festeggiare), vero motore del loro successo di quest’anno musicale appena trascorso: va detto perché il successo di Comunisti col Rolex, checché ne dicano – e si disperino perché fa tanto radical chic – i puristi della critica, ha sbaragliato anche le previsioni.

J-Ax e Fedez sono le star, ma è come se si defilassero dal ruolo per lasciare ai fan il ruolo di protagonista. Vedere i ragazzini emozionatissimi nel fare la foto con Fedez e i genitori scatenati nel backstage per strappare un selfie e una battuta a J-Ax è già uno spettacolo in sè, qualcosa che sarebbe bello vedere più spesso nei camerini di cantanti e gruppi odierni. Rompere il muro dello star system aiuta a rendersi conto che sul palco ci sono persone con i loro attimi di down, le energie spese, la presenza. È un bene, rimette in equilibrio le sensazioni. Qualche bambino si commuove con lacrime di gioia che ancora non si sa spiegare, emozione purissima che non dimenticheranno mai. Alcuni piccoli ospiti siedono liberamente sulle transenne del pit sottopalco, composti, e cantano tutte le canzoni che i loro beniamini hanno messo nella scaletta del mini-live.

È un concerto di ringraziamento, una decina di canzoni in poco meno di un’ora, espressamente pensate per il pubblico che si scatena su Senza pagare (strategicamente in apertura), ondeggia al ritmo di Vorrei ma non posto, canta a squarciagola le emozioni di Assenzio e sottolinea i momenti fondamentali, come l’abbraccio che J-Ax riserva a Fedez ringraziandolo per l’avventura vissuta insieme e sottolineando l’affetto che prova per lui. Un’avventura che non è ancora finita, perché c’è un grande concerto a San Siro nel 2018 da preparare. La testa e la concentrazione sono già lì, alla conclusione definitiva di un successo che è esploso tra le mani dei due rapper. Lo stadio di Milano sarà (forse) l’addio di J-Ax e Fedez, che nel frattempo si prenderanno una piccola pausa: per Fedez la nuova vita da papà, che J-Ax sta già sperimentando ma in modo meno mediatico del collega, mentre Alessandro Aleotti non ha ancora detto cosa accadrà nei prossimi mesi pre-San Siro. Forse riposo meritato. Forse qualche apparizione qua e là per prepararsi al grande evento.

foto-concerto-fedez-jax-repack-roma-19-dicembre-2017

Altri articoli su questo concerto

Arianna Galati

Foto di Roberto Panucci, Fabio Izzo

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI