Onstage
Foto-concerto-kasabian-milano

Kasabian, un concentrato di gioia e insolenza sul palco

Sono da poco passate le 21 al Forum di Assago (Milano) e tra le pareti e il parterre fittissimo iniziano a risuonare le note di Nessun dorma. Chi conosce bene i Kasabian – chi, magari, ha ascoltato la band in una delle sue tappe estive – sa che è tutto nella norma: i quattro di Leicester stanno per salire sul palco, accompagnati proprio dalle note di Giacomo Puccini. Sarà il primo di una serie di elementi a loro modo bizzarri, che aiutano tuttavia a incasellare bene l’attitudine live di questa band, in bilico tra ironia, scanzonatezza e potenza sonora.

Il repertorio della band è difatti noto, ma sul palco è veramente tutta un’altra storia. Le canzoni dei Kasabian sono orecchiabili, ballabili e irresistibilmente catchy, ma – una volta sul palco – ogni loro nota diventa energia palpabile. Lo dimostra il fatto che nel parterre spesso si creino aree ‘vuote’, in cui fan all’apparenza impazziti si rincorrono pogando e cantando a squarciagola. L’infusione di energia dei Kasabian funziona ed è benefica, complice – appunto – anche l’atteggiamento del gruppo, capitanato – inutile dirlo – dal carisma di Tom Meighan e dalla chitarra di Serge Pizzorno. Con Tom e Serge al Forum, sembra di tornare indietro nel tempo: c’è chi li definisce ‘macchiette’, eppure ad osservarli attentamente sembrano più un trapianto di stile 80s, con quei toni e le movenze da vere rock star, che spesso sfociano addirittura nell’arroganza tipica di chi è consapevole di guidare un’intera folla con il semplice potere di un microfono. Se le sonorità sono dance, lo spirito della band è indiscutibilmente rock. Quello strafottente.

È con quest’aura di incontenibile joie de vivre che i Kasabian apparecchiano il Forum: le canzoni in scaletta sono 19 (quattro nell’encore) e spesso – dopo l’esplosione iniziale – hanno una coda musicalmente più rilassata, strumentale, condivisa. Come se la band avesse bisogno di raccogliersi per scagliare forte l’indiscutibile anima sonora dei loro brani, per poi fermarsi e – più lentamente – coinvolgere il pubblico e scandire le note. In questo modo, non solo il gruppo riesce a dare spazio a tutti i suoi – bravissimi – musicisti (in confronto a Meighan e Pizzorno, gli altri componenti appaiono in effetti più un corollario che membri della band), ma regala respiro al live e mette in mostra il grande carattere dei suoi frontman, che hanno tempo per abbracciarsi, ballare, conversare con la platea. Oltre a Nessun dorma che anticipa Ill Ray (The King), risuona – ad esempio – l’Inno di Mameli prima di Days Are Forgotten. Dopo L.S.F. (Lost Souls Forever) e prima del bis si dà invece spazio alla batteria e alle percussioni di Ian Matthews, mentre su Eez-Eh c’è l’immancabile omaggio ai Daft Punk con un innesto di Around The World.

A livello puramente sonoro, non si può veramente dire nulla a questi artisti. Dal vivo, il loro repertorio migliora, si amplifica, conquista. Del resto, loro lo dicono che le loro canzoni sono scritte per il palco ed è ovvio che vengano poi rinchiuse anche su supporti fisici per facilitarne l’ascolto, ma se poi non fate lo sforzo di andarle ad ascoltare dal vivo perdete la visione d’insieme del percorso artistico di questa band, che ha comunque qualcosa di unico e peculiare nel modo di scrivere, produrre, lavorare. Pizzorno scrive, Meighan dà vita alle sue creazioni con carisma e musicalità: il risultato è un’equazione eccellente che dal vivo trova la sua massima espressione. Perché, solo sul palco, potrete vedere questi artisti all’opera: amano i loro brani, si divertono a cantarli (e, a modo loro, ballarli) e, tra una pausa e l’altra, non mancano abbracci, pacche sulle spalle, sorrisi. Al di là della musica, fa bene anche a noi ogni tanto vedere concerti del genere, ricchi di note, passione e follia: i Kasabian sul palco si divertono come dei pazzi. Chi siamo noi per non fare altrettanto?

Kasabian Milano 2017, le foto del concerto

Altri articoli su questo concerto

Grazia Cicciotti

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI