Onstage
Foto-concerto-khalid-milano-10-luglio-2018

Il racconto del concerto di Khalid a Milano

C’era molta curiosità dietro la prima, vera, esibizione di Khalid in Italia. L’artista statunitense, già visto a ottobre del 2017 in apertura del concerto di Lorde al Fabrique, è attualmente in giro per l’Europa con il suo Location Tour e, ieri sera, ha fatto tappa in una afosa Milano al Circolo Magnolia. Khalid, puntuale come pochi, ha iniziato il suo spettacolo subito dopo il fischio finale della semifinale del campionato del mondo di calcio Francia Belgio (partita vinta dalla nazionale francese per 1-0 ndr.) Con lui, sul palco, una band composta da batterista, chitarrista e tastierista più quattro ballerine, capaci di infiammare il pubblico a più riprese.

Il giovane Khalid ha incantato i presenti (non moltissimi a dir la verità) per più di un’ora, dimostrando di essere un talento cristallino con una voce fuori dal normale e non un semplice prodotto di commerciale. 

Khalid nel giro di un solo anno, grazie al suo primo disco ufficiale American Teen, è riuscito, almeno in America, a scalare in poco tempo la vetta delle classifiche. In soli cinque mesi l’album ha infatti venduto più di un milione di copie che gli sono valse un disco di platino e il riconoscimento agli Mtv Music Awards nella categoria Best New Artist. Inoltre, grazie a singoli come Location, Young Dumb & Broke e oculate collaborazioni con produttori di musica elettronica affermati come Marshmello e Martin Garrix, nell’ultima stagione il nome di Khalid è rimbalzato da un club all’altro del continente, generando un discreto interesse attorno a un artista poco più che ventenne. Curiosità ampiamente ripagata, ieri, in chiave live.

La scaletta del concerto ha inevitabilmente pescato dal suo unico progetto discografico. Tuttavia non sono mancate le sorprese. A metà show, dopo l’ennesima canzone eseguita alla perfezione e dopo un altro balletto alla “Chris Brown” Khalid ha spiazzato tutti, regalando a sorpresa al pubblico un brano inedito estratto dal suo prossimo album di cui ancora non si conosce la data di uscita. Il pezzo, intitolato Raining in Miami, a un primo ascolto è sembrato un ottimo singolo r&b che con molta probabilità farà registrare dei buonissimi numeri sulle piattaforme streaming. Ma questo lo dirà solo il tempo. Il presente invece ci dice che Khalid a Milano si è rivelato un vero e proprio cavallo di razza, confermando quanto di buono si dice sul suo conto. Sarebbe bello se, grazie al passa parola generato dai presenti al suo concerto, la prossima data italiana di Khalid fosse accolta con una maggiore partecipazione. Perché il ragazzo se lo merita.

Khalid Milano 2018, le foto del concerto

Altri articoli su questo concerto

Stefano Mazzone

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI