Onstage
noyz-narcos-milano-2018-29-giugno

Il racconto del concerto di Noyz Narcos a Milano

Sono le dieci e mezza passate quando Noyz Narcos fa il suo ingresso sul palco del Magnolia di Milano. Ieri sera ad attenderlo c’era così tanta gente che sembrava di stare in una qualche piazza di Parigi. Il suo ultimo album, Enemy, pubblicato ad aprile e certificato disco d’oro dopo una sola settimana ha riconsegnato alla scena rap italiana un mc davvero in forma e con ancora molte cose da dire e tanti sassolini dalle scarpe da togliersi. L’attesa di vederlo all’opera dal vivo era quindi parecchia anche perché il suo Enemy tour, partito a fine maggio, probabilmente sarà l’ultima occasione per i suoi fan di cantare sotto palco i pezzi del loro rapper preferito. Perché Noyz, sul più bello, ha deciso di smettere, almeno di pubblicare album, e concentrarsi su altro. Forse aprirà un locale a Londra o tornerà a tatuare. La decisione tuttavia verrà presa, forse, soltanto alla fine della tournée.

Il presente comunque ci dice che Noyz Narcos, per quello che è riuscito a dimostrare sul palco e non solo, dovrebbe continuare a fare rap da qui all’infinito. Perché la fotta è quella di sempre e il suo amore per la musica non è mai svanito. In occasione della data milanese Noyz ha voluto fare le cose in grande. Accompagnato solamente da un dj, il rapper romano ha portato on stage moltissimi ospiti. Da Night Skinny a Rkomi passando per Capo Plaza e Carl Brave e Franco126. Gli occhi della gente nonostante presenze importanti però erano tutti per Noyz. Lui ha accontentato i presenti con una prova di forza non indifferente che ha messo in luce tutto il suo talento. Noyz infatti non ha bisogno di uno che gli faccia le sporche o di rappare con le basi sotto. Il suo è un live al naturale. E quindi per oltre un’ora e mezza eccolo correre da una parte all’altra del palco senza perdere mai fiato e sparare raffiche di rime come se niente fosse.

La scaletta dello show non si è limitata a prendere spunto dal suo ultimo progetto discografico ma è stato un vero e proprio viaggio all’interno dei suoi quindici anni di carriera. Dai primi brani da solista passando a quelli del progetto Localz Only insieme al produttore Fritz Da Cat. Noyz Narcos non ha lasciato proprio nulla al caso e se mai ce ne fosse ancora bisogno ha dimostrato una volta per tutte di essere un vero big della scena. E se mai dovesse smettere per il rap italiano sarebbe davvero una grande perdita.  

Altri articoli su questo concerto

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI