Onstage
paola-turci-milano-2017-foto

Il Secondo Cuore di Paola Turci a Milano: grinta, amore e anima nuova

Cos’è e come funziona il secondo cuore di Paola Turci? È impossibile non chiederselo entrando al Teatro degli Arcimboldi di Milano, in attesa di ascoltare il live della cantautrice, una delle tante tappe del tour che porta appunto questo nome, inneggiando a una seconda anima, a una seconda vita.

È stato un anno importante per Paola, del resto: il palco dell’Ariston (su cui ha portato il brano Fatti bella per te), l’album pubblicato a fine marzo, la ‘new edition’ a fine ottobre, i concerti ricchi di gente e passione. Tutto è sorretto e tutto è mosso proprio dal secondo cuore della cantautrice, che è partita da una piccola grande rivoluzione interiore, capace di creare immense onde intorno a sé: Paola ha, in breve, dato un consiglio a se stessa e poi – grazie alla musica – ha lasciato che si diffondesse, diventando una lezione di vita per tutti. Accettazione, amore per se stessi, grinta e testa alta: tutto il bagaglio di Paola arriva, per la prima volta, al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

«Il mio secondo cuore stasera batte fortissimo – esclama Paola rivolta alla platea – perché questo posto per me è un sogno. Mi sento come una bambina col suo gioco più bello, quello desiderato da una vita. Mi auguro che stasera il vostro secondo cuore, quello che contiene le emozioni più forti, batta allo stesso ritmo del mio».

Le intenzioni di Paola sono, del resto, chiarissime. Dopo una breve intro, la cantautrice sale sul palco e intona subito Off-Line, per poi partire con La vita che ho deciso, una vera e propria dichiarazione d’intenti. Le luci sono semplici, ma perfette: l’atmosfera è quasi magica e avvolge Paola sul palco senza esagerazioni o sbavature. La regina dello show, del resto, è proprio la cantautrice, e su questo ci sono pochi dubbi: la Turci indossa un abito bellissimo e aderente e padroneggia il palco con energia e sensualità, cantando e ballando sulle note delle proprie canzoni. Oltre ai brani del nuovo album, ci sono salti all’indietro, tuffi immancabili tra i grandi successi della cantautrice. Tuttavia, Paola ha voluto creare uno show coerente: i pezzi più distanti da un punto di vista temporale li ha riarrangiati, rendendoli musicalmente molto affini alla sua nuova anima. Stato di calma apparente si presenta dunque con un sound più contemporaneo, così come Volo così, allungata e più slow.

Su Attraversami il cuore, Paola cede invece al fascino della chitarra. Nel frattempo, la cantautrice ha anche cambiato abito: la sirena dorata della prima parte del live ha lasciato spazio all’anima più rock della Turci, che per suonare sceglie i pantaloni.

«Con la chitarra vorrei cantare tantissimi brani – spiega la cantautrice alla platea – se sono con i miei amici, dopo un po’ me la devono togliere a forza. Ho tantissime canzoni belle nella testa, ma una ce l’ho cucita addosso e non voglio rinunciarci. La considero la più forte e la più bella dichiarazione d’amore fatta in una canzone».

Paola intona quindi Dio, come ti amo (brano scritto da Domenico Modugno) e dà poi il via alla parata dei suoi più grandi classici, da Questione di sguardi a Bambini, che chiude ufficialmente il live prima dell’encore.

Inconsapevolmente (o forse no), Paola Turci ha usato il palco per rendere ancora più chiaro il messaggio urlato in questi ultimi mesi: lo show grida ancora più forte e, nel complesso, mette in atto la rappresentazione visiva e musicale della forza che può scaturire dalla semplice accettazione di sé, dalla rinascita, dalla forza interiore. Il Secondo Cuore di Paola Turci è tutto questo: musica, arte, anima nuova. Un po’, ascoltandola cantare, fa invidia la sua possibilità di poter sfruttare le sette note per spiegare un processo catartico per gli altri non così semplice. Eppure, a guardare il pubblico felice ed entusiasta, sembra che Paola elargisca un po’ di questa capacità e di questa forza ai presenti. Perché il «più bel vestito» è, alla fine, «la vita che ho deciso». Ed è una verità che, alla fine, vale per tutti.

Altri articoli su questo concerto

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI