Onstage
Ben Harper tour italia 2016 concerti

Il miglior blues mai suonato da Ben Harper

No Mercy In This Land spinge in luoghi più estremi quella vena blues che in Ben Harper è sempre stata alla luce del sole, spesso però diluita da buon rock classico, funk e folk. Grazie al patrocinio e al supporto musicale, tecnico e umano di Charlie Musselwhite, Ben esplora senza esitazioni la musica del diavolo, la accoglie e con essa raggiunge le proprie radici.

ben-harper-charlie-musselwhite-no-mercy-in-this-landQuel Charlie Musselwhite che ha incrociato la sua armonica con le gesta musicali di giganti come Muddy Waters e John Lee Hooker, impreziosisce la musica di Ben Harper senza eccedere e allungare la sua ingombrante ombra su questo album, che rimane al cento per cento un lavoro del chitarrista americano. A differenza del solito è più sanguigno, meno tecnico. Più passione, sia nel suonato che nei testi, più vicini a tematiche calde, carnose. Nervi e cuore vicino al nucleo vitale che ha sempre spinto la musica blues dai suoi primi passi. Il concetto di movimento e evoluzione, di svisceramento brutale delle azioni umane, delle sue ripercussioni, dei suoi mutamenti, delle vittorie e delle sconfitte.

Nonostante l’immagine che abbiamo di questo strano duo sia molto intima e statica, di loro seduti fianco a fianco con gli strumenti, l’album inizia forte e potente con l’elettrica When I Go e con un manifesto del genere Bad Habit. Love and Trust ricorda molti altri episodi della discografia di Harper e ha un mood irresistibile dove Musselwhite si muove come sempre in disparte ma con carattere e stile. Nella title track sentiamo persino la sua voce, calda e placida, proprio come ce l’aspetteremmo guardando la sua faccia rugosa e con sguardo sornione di chi pensa di possedere il suo riservato mistero della vita con relativa soluzione.

Capace di sciogliere qualsiasi materiale coriaceo che imprigioni un cuore è When Love Is Not Enough, mentre già sentita da qualche anno ai suoi concerti è Trust You To Dig My Grave, un blues scanzonato con un giro di chitarra e una melodia impossibili da dimenticare e che nasconde una delle più strambe dichiarazioni d’amore che si possono ricevere.

L’intensità di Nothing At All lascia il segno in chiusura di No Mercy In This Land, un album che non poteva essere sbagliato perché parla di un amore che dura un’intera vita artistica, di un amore non solo delle note e dei suoi eroi, ma di uno stile di vita. Si sente in ogni nota di questo album che diverte a più livelli, emoziona e scalda il cuore. Ben Harper è uno dei musicisti che conserva intatta un’immensa passione per quello che fa, ogni suo album è un tassello di un viaggio che non accenna a finire, e dove noi siamo (fortunatamente) sempre i benvenuti.

Voto Album:

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI