Onstage
enigma-shardana

Shardana di En?gma è uno dei migliori spot per il rap italiano

È un nuovo En?gma quello di Shardana. Il rapper sardo, a due anni di distanza dal precedente Indaco, torna protagonista mettendo da parte quel lato spirituale che aveva contraddistinto i lavori precedenti a favore di una aggressività e fotta inaspettata. Per rappresentarla al meglio la mischia con una notevole voglia di rivalsa: En?gma ha scelto Shardana non a caso come titolo dell’album, l’antico popolo di guerrieri del mare, famigerato per le abilità in battaglia.

In questi anni, la penna dell’ex membro della Machete Crew, seppur riconosciuta da tutti come una delle più raffinate del panorama, troppo spesso non era stata valorizzata a pieno. Fortunatamente all’interno di Shardana, anche grazie alla presenza in più pezzi del produttore Kaizén, il grande equilibro tra testi e sound ha favorito il flow di En?gma che, adagiandosi alla perfezione su tappeti musicali creati ad hoc, è riuscito una volta per tutte a convincere i più scettici. Perché qui, per merito di belle atmosfere, cupe ma alleggerite dai giusti effetti, e di un uso moderato dell’autotune nei ritornelli, i testi del rapper emergono con naturalezza e semplicità, a differenza del passato dove i suoi brani risultavano difficili da digerire.

Nessuna delle dodici tracce di Shardana è un filler, hanno tutte una identità precisa. En?gma, inoltre, ha impreziosito il disco con tre collaborazioni mirate che si inseriscono alla grande nel suo viaggio. Troviamo, infatti, Madman in Che roba è?!, Bassi Maestro in Father & Son e Gemello in Malasuerte. Tre modi di intendere il rap differenti, accomunati da una travolgente passione per la cultura hip hop. Shardana è uno dei migliori spot per il rap italiano, e onestamente nel 2018 non si poteva chiedere di meglio a En?gma. In un periodo in cui la maggior parte dei rapper italiani hanno tolto importanza e peso alle parole, è bello vedere una cura quasi maniacale delle liriche.

Per di più lo stile di En?gma è unico. È davvero difficile poi notare influenze e somiglianze così marcate da rendere il lavoro una copia sbiadita di quello che fanno in altri paesi da anni. È un prodotto naturale. Genuino. È vero, difficilmente, visto le dinamiche del mercato odierno, questo album resterà in vetta alle classifiche di vendita, ma poco importa. Perché progetti del genere creano e instaurano relazioni profonde e durature con gli ascoltatori da restare impresse nel tempo. E questi aspetti valgono più di qualsiasi certificazione.

Voto Album:

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI