Onstage

L’irresistibile serenità di Jack Johnson

Perché ci piace Jack Johnson? Perché ci piace ascoltare la sua musica nei momenti più caotici delle nostre giornate? Perché è una finestra che si apre in mezzo al fumo di scappamento delle miriadi di macchine che saturano la nostra visuale e i nostri polmoni. Perché il suo sorriso sempre presente si pone in contrasto con i grugni che siamo costretti ad incontrare nelle nostre giornate. Se pensiamo a Jack Johnson lo immaginiamo sorridente e sempre al sole. Mai con un giaccone invernale. Con t-shirt e pantaloni chiari, fisso in spiaggia. Imbracciando una chitarra e con i lineamenti del volto rilassati, ci guarda e ci ammonisce a non vivere una vita così opprimente, così sconnessa ai valori più naturali e semplici.

jack-johnson-all-the-light-above-it-tooPer chi vuole questo tipo di fuga le note di Johnson diventano quasi una necessità. Da questo punto di vista è quasi un bene che in vent’anni di carriera non si sia mai discostato di troppo dal suo manifesto musicale, fatto di ballate a profusione, composte da giri lievi di chitarra acustica, e vocalità levigata e accennata, mai prepotente, così come i rarefatti riempitivi ritmici, fatti di batterie smorzate e percussioni da cerchio intorno ad un falò.

Così è anche All The Light Above To, che fa sentire immediatamente a casa i fan dell’ex surfer. Subplots è subito colloquiale e intima, così come Sunset For Somebody Else e Daybreaks. Con Gather e Fragments, Jack si avvicina ad uno dei suoi più grandi modelli, Ben Harper. Con Big Sur indossiamo una corona di fiori Hawaiiana, Love Song #16 è invece una filastrocca sentimentale con un semplice accompagnamento di chitarra in levare.

All The Light Above To è un album che non sorprende ma rassicura e alleggerisce. Veleggia talmente lieve da rischiare di perdersi dietro il sipario della nostra consapevolezza, mentre ne riempie gli intermezzi in maniera elegante e non invasiva. L’estate per suonarlo in riva al mare purtroppo è scomparsa dai calendari, ma immaginare di essere lì mentre lo ascoltiamo non costa nulla.

Voto Album:

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI