Onstage

Le emozionanti scalette dei primi concerti europei di Eddie Vedder

I fan aspettavano solo lui, Eddie Vedder: il cantante dei Pearl Jam sarà in tour in Italia con tre concerti in due città, il 24 giugno a Firenze e il 26 e 27 giugno a Taormina, e in questi giorni concitati per il mondo della musica era inevitabile che in molti guardassero al cantautore americano come ultimo faro del rock di un’epoca. La scaletta che Eddie Vedder ha suonato nella prima data europea del suo tour solista, dove è accompagnato da Glen Hansard, è un’emozione continua sul filo del ricordo e dell’evocazione.

Le canzoni proposte per il primo concerto ad Amsterdam (ce ne saranno altri due nella stessa location oggi e domani, aspettiamoci cambiamenti e novità) sono un mix perfetto tra influenze, omaggi, pensieri, cover, richiami alla sua band e alle divagazioni soliste. Ci sono naturalmente brani dei Pearl Jam, scelti nel vastissimo catalogo della band di Seattle che spazia tra i primi e gli ultimi lavori: mancano però i grandi classici dei PJ ed è comprensibile che Eddie Vedder non se la sia sentita di interpretarli senza i fedeli sodali di fianco. Non aspettatevi Alive insomma, ma Better Man per fortuna, sì.

Tra le cover va segnalato il doppio omaggio al padre putativo del gruppo, il cantautore Neil Young, presente con The Needle And The Damage Done e l’onnipresente Rockin’ In The Free World in chiusura di scaletta. Omaggi sparsi anche a John Lennon (Imagine con la sua carica pacifista, decisiva in questo periodo storico), David Bowie, Cat Stevens, Cat Power, Fugazi e Indio (la Hard Sun che Eddie aveva ricantato per la colonna sonora del film Into The Wild) e, nella seconda serata, anche un paio di omaggi ai Pink Floyd.

Scaletta Eddie Vedder tour 2017, tutte le canzoni dei concerti

Amsterdam – 28 maggio 2017
Long Road
Trouble (cover Cat Stevens)
Sometimes
Can’t Keep

Sleeping By Myself
Without You
Longing To Belong
(con Jonas Pap)
The Needle and the Damage Done (cover Neil Young)
I Am Mine
Light Years
Good Woman
(cover Cat Power)
Far Behind
No Ceiling
Guaranteed
Rise
I’m Open
Better Man
Immortality
Porch

I’m So Tired (cover Fugazi)
Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town
Imagine
(cover John Lennon)
Heroes (cover David Bowie con The Red Limo String Quartet)
Just Breathe (con The Red Limo String Quartet)
Lukin (con The Red Limo String Quartet)
Song Of Good Hope (cover Glen Hansard, con Glen Hansard e The Red Limo String Quartet)
Falling Slowly (cover The Swell Season, con Glen Hansard e The Red Limo String Quartet)
The End (con The Red Limo String Quartet)

Rockin’ In The Free World (cover Neil Young)
Hard Sun (cover Indio, con Glen Hansard)

Amsterdam – 29 maggio 2017
Tuolumne
Walking the Cow (cover Daniel Johnston)
Thumbing My Way
Brain Damage (cover Pink Floyd)
Wishlist
Can’t Keep
Soon Forget
Light Today
Driftin’
Elderly Woman Behind the Counter in a Small Town
Setting Forth
Far Behind
Guaranteed
Rise
Man of the Hour
Unthought Known
Parting Ways
Off He Goes
Last Kiss (cover Wayne Cochran)
Porch

Encore
Comfortably Numb (cover Pink Floyd cver)
“Heroes” (cover David Bowie con Red Limo String Quartet)
Just Breathe (con Red Limo String Quartet)
Come Back (con Red Limo String Quartet)
Sleepless Nights (cover The Everly Brothers con Glen Hansard e Red Limo String Quartet)
Society (cover Jerry Hannan)
Song of Good Hope (cover Glen Hansard)
Arc

Encore 2
Hard Sun (cover Indio con Glen Hansard e Red Limo String Quartet)

Arianna Galati

Foto di Francesco Prandoni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI