Onstage

Beyoncé, I Am… Sasha Fierce compie 10 anni

Il 18 novembre 2008 esce negli Stati Uniti, ultima nazione a pubblicarlo (in Giappone ed Europa uscì tra il 12 e il 17 novembre), I Am… Sasha Fierce, il terzo album solista di Beyoncé che di fatto sancisce quello che sarà il suo status nei successivi anni.

Non che si parli di una che prima di questo lavoro fosse un’autentica sconosciuta: si è davanti comunque ad di una cantante che nel precedente decennio fu la componente più rinomata delle Destiny’s Child, uno dei gruppi pop simbolo a cavallo di 90s e 2000, oltre a presentare già nel suo repertorio una hit epocale come Crazy In Love, senza contare i numerosi Grammy già piazzati in bacheca.

Beyonce-I-Am-Sasha-Fierce-2008

Con I Am… Sasha Fierce Beyoncé decide di dare una svolta radicale alla sua carriera, creando un doppio album nel quale introduce il suo alter ego Sasha Fierce, autentica protagonista degli episodi più upbeat del disco tutti collocati nel secondo supporto ottico. Un vero espediente artistico perché, come da lei stesso affermato in un’intervista, “Creai Sasha Fierce perché non sono come lei nella vita reale”.

I Am… Sasha Fierce arriva in un periodo di suo grande fermento artistico, con numerosi singoli che l’avrebbero eletta come regina del pop più black di quegli anni. E se Single Ladies (Put a Ring on It) è e rimane il singolo più di successo di questa fase della sua carriera, non sono da meno inediti come Halo, Sweet Dreams e If I Were A Boy, tutti entrati nelle vette delle chart mondiali e diventati multiplatino in Nordamerica, Regno Unito e Australia.

Con il terzo capitolo discografico, Beyoncé si consolida anche come regina delle vendite, piazzando quasi un milione di mezzo di copie nell’arco di poco più di un mese, numeri che la portarono a debuttare in cima a Billboard e collezionare, nei mesi successivi, numerosi dischi di platino e sei Grammy Awards nel 2010; Il tour di supporto al disco, porterà a staccare in tutto il mondo quasi un milione di biglietti.

Ma l’iperattività di Beyoncé in questo anno e mezzo non si riduce al solo impegno professionale in ambito solista: sarà infatti tra gli ospiti del gala inaugurale della prima presidenza Obama, interpreterà Etta James nella pellicola Cadillac Records e darà il suo importante contributo a Telephone, una delle hit più conosciute di Lady Gaga inclusa nel suo album The Fame Monster.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI