Onstage
foto-concerto-garbage-firenze-2-novembre-2016

Version 2.0 dei Garbage compie 20 anni

Venti anni fa usciva Version 2.0 dei Garbage, secondo disco in studio e ancora oggi considerato il loro migliore. Nel bel mezzo del cammino tra l’esordio dirompente del 1995 e la definitiva esplosione pop beautifulgarbage del 2001, Version 2.0 è un album che viene ricordato con quell’affetto nostalgico derivante dal valore particolare che certi dischi hanno all’interno della nostra cultura musicale.

garbage-2-0-lp-limited

20 ANNI FA…
Tra la metà e la fine dei Novanta i Garbage si inseriscono con carattere e originalità, in un contesto orfano dell’illusione grunge, consolidando in maniera stabile e duratura il proprio stile. I Garbage ci sono da sempre, per noi adolescenti di quell’epoca. Stupid Girl e Only Happy When It Rains imperversavano nel mondo video di telefilm e pubblicità, in piena era videoclip e delle radio commerciali, sospinti dall’immagine e dal carisma immenso di Shirley Manson: con la sua voce e la sua manifesta sensualità. ha portato alla massa quel suono melodico ma anche irriverente e punk. Lei è la copertina patinata perfetta di un gruppo, di un disco e di una generazione intera. Stanca della cupezza e della rabbia espressa nella decade precedente. L’immagine della rossa Shirley è ben presente negli occhi di chi ascolta le note dei Garbage, un’artista attenta a come mostrarsi e sempre all’avanguardia. Una delle prime ad avere un blog personale e sondare il mondo della rete che diverrà il campo di battaglia predominante per il mercato musicale. Lei e il suono sporcato e contaminato delle chitarre, i ritmi effettati e campionati, compongono un impianto leggero e pop in cui l’attitudine rock è ben nascosta ma mai assente.

IL DISCO
Il ritmo selvaggio si mescola alla melodia più ammiccante nella sperimentazione di questo album pop, esplodendo in veri e propri inni generazionali come Push It e I Think I’m Paranoid, due pezzi che hanno cavalcato le onde radiofoniche di fine anni ’90. Nel pacchetto anche ballate melanconiche eteree e avvolgenti come Special e Medication, dove Shirley mostra l’ennesima dote della sua interpretazione, più delicata ed emotiva.
Butch Vig, batterista e produttore nonché altra grande personalità all’interno del gruppo (produce praticamente tutti i dischi dei Foo Fighters oltre ad aver messo mano a un certo Nevermind) si concentra come sempre a confezionare un prodotto ineccepibile dal punto di vista tecnico in una, come dice il titolo, seconda versione della band. Meno positiva, meno immediata di quella che ha esordito tre anni prima. Troviamo canzoni veramente profonde e curate come la tenebrosa The Trick Is To Keep Breathing o il trip pop acido e allucinato di Dumb.

…E OGGI
L’importanza culturale di certi album viene scoperta molto spesso tramite una visuale distaccata, lontana e obliqua. Version 2.0 è un disco che univa il garage rock e il punk all’attitudine più decadente del rock anni ’90, il tutto confezionato alla grande in un fastoso pacchetto pop presentato alle masse sfruttando la bellezza sfrontata e animalesca della scozzese Shirley Manson. Un lavoro che per molti versi è addirittura più apprezzabile oggi, in un calderone di stili che nessuno riesce più a riconoscere ma solo ad etichettare. I Garbage hanno avuto la sfrontatezza di sperimentare al di sopra delle mode, riuscendo ad essere personali, unici e innovativi. Una legacy istituita all’epoca, consolidata da grandi concerti live e da una fan base che nemmeno negli ultimi anni li ha abbandonati.

Daniele Corradi

Foto di Mathias Marchioni

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI