Onstage

Madonna MDNA Tour 2012 Dio salvi la Regina

Madonna si trova a un punto di svolta della propria carriera, superata da giovani guerriere come Lady Gaga e Rihanna. Riuscirà il MDNA Tour 2012 a difendere la leadership?

MAGNIFICA OSSESSIONE

In quei due giorni di soggiorno italiano giornali e tv non fanno che parlare di lei. Tre gli argomenti su cui ci si accanisce in modo particolare: la sua italianità, i suoi muscoli e Christopher Finch, il ballerino tredicenne (già coprotagonista del video di Open Your Heart) che le fa da spalla. Ci sono momenti in cui Chris, in Italia, sembra più famoso di Madonna. Se non altro, per quanto spesso viene citato. Chris che studia nel backstage, Chris che va in confusione quando Madonna lo bacia sulle labbra sul finale di Like A Virgin, Chris che fa jogging con Madonna, Madonna che gli fa le facce per farlo ridere durante il suo assolo. Finch torna in Italia poco dopo per girare lo spot di un succo di frutta, per poi sparire nel limbo dei bambini prodigio che diventano adolescenti.

C’è l’ossessione sul corpo: Madonna è troppo muscolosa. È troppo maschile. «Avete visto che braccia? Che polpacci? Che schiena?». Viene paragonata a una culturista, a un’atleta della Germania Est. I giornali parlano delle sue diete, della sua ora di jogging quotidiana: viene paparazzata mentre corre, per poterla beccare struccata, occhiali neri e un cappellino da baseball calcato sulla testa. Madonna per i media italiani diventa il simbolo di un salutismo esagerato e un po’ caricaturale. Mangia solo carne bianca e verdura lessa, ingurgita pillole come gli astronauti. I cronisti, forse per un riflesso condizionato da Dolce Vita, non fanno che chiedere ai maitre dei ristoranti cosa ha mangiato. E quanto. E se ha fatto il bis. Il caffè? Lo ha presso espresso? Al vetro? Americano?

Il caffè è il filo ideale per ricollegarsi alla sua italianità. La Rai va ovviamente a Pacentro, il paesino abruzzese da cui erano emigrati i nonni paterni. Intervistano tale Bambina di Julio, sorella della nonna, che non si dimostra particolarmente turbata (o interessata) dall’avere una nipote così famosa. Viene anche pescato un cuginetto che le somiglia molto e Madonna lo invita a salire sul palco con lei, ma poi non se ne fa più nulla. La Rai forse vorrebbe più lacrime, più sentimenti, ma l’orgoglio degli abruzzesi sembra essere impermeabile alle lusinghe dello showbiz. Anche alcuni cittadini di Pacentro vorrebbero spremere qualcosa di più e viene proposto un monumento che dovrebbe rappresentare la cantante con il suo corsetto sexy e in mano una valigia da emigrante. Non viene mai realizzato anche se, ciclicamente, a ogni ritorno italiano di Madonna, qualcuno se ne ricorda e lo ripropone. I rapporti di Madonna con Pacentro si interrompono nel 1987 per essere poi riallacciati dopo il terremoto del 2009. Il paese non ha vittime, ma solo forti danni e, dopo un appello del sindaco, Madonna dona 500mila dollari alla cittadina. (clicca in alto a destra per continuare a leggere)

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI