Onstage
Nirvana significato bleach

Nirvana, scopri il significato delle canzoni del primo album Bleach

Paper Cuts – Bleach (1989)
È l’unica canzone dei Nirvana nella quale compare la parola «Nirvana». Sarebbe ispirata a una storia (non confermata) avvenuta ad Aberdeen, dove due genitori avevano chiuso i propri figli nella soffitta. Kurt si cala nei panni dei bambini e canta dal loro punto di vista.

Negative Creep – Bleach (1989)
Kurt dichiarò che la canzone fosse relativa alle sue emozioni, ma alcuni pensano che sia un’allusione ai Mudhoney, un gruppo grunge di Seattle.

Scoff – Bleach (1989)
Si dice che questa canzone riguardi il rapporto di Kurt con i suoi genitori, che pensavano non si sarebbe dovuto dedicare alla musica («in your eyes, I’m not worth it»), ma sembra sia solo un mito, dal momento che Cobain arrivava da una famiglia con molti musicisti: suo zio Chuck Fradenburg (componente dei The Beachcombers), sua zia Mari Earle suonava la chitarra e il suo prozio Dlbert era un tenore.

Swap Meet – Bleach (1989)
Una delle canzoni più agrodolci di Cobain («She loves him more than he will ever known, he loves her more than he will ever show»). Sembra sia ispirata a una coppia che conobbe per caso in un mercatino delle pulci di Aberdeen.

Mr. Moustache – Bleach (1989)
Un brano su cosa significasse al tempo essere un uomo moderno secondo Cobain, che a scuola, oltre a essere entrato nella squadra di wrestling, aveva anche un caro amico gay. Non a caso il riff principale trae spunto da una canzone di una band che aveva un cantante in grado di ribaltare i canoni di mascolinità: Hello I Love You dei The Doors.

Sifting – Bleach (1989)
L’ultima (e la più lunga) canzone di Bleach è forse anche la più difficile da interpretare. Cobain non parlò quasi mai di questo brano e, soprattutto, non ne spiegò mai il significato. Una delle ipotesi più probabili è che riguardi il rifiuto di crescere, trovare un lavoro e adeguarsi alle regole sociali come ci si aspetterebbe. Di fatto un estremo atto di ribellione. «Wet your bed, wouldn’t it be fun?», canta Kurt.

Commenti

Commenti

TROVA CONCERTI